Ospedale di Costa, Da Re smentisce le voci con una lettera

Il primo cittadino di Vittorio Veneto torna sull'argomento sanità e schede ospedaliere, replicando alle ipotesi ventilate dall'opposizione sui tagli

Il sindaco di Vittorio Veneto, Gianantonio Da Re, torna sul tema della sanità, commentando le recenti notizie uscite sulla stampa locale relativamente all'ospedale di Costa.

Il primo cittadino vittoriese scrive una lettera aperta ai cittadini "contro le bugie”.

Mi vedo costretto ancora ad intervenire - scrive Da Re - perché probabilmente in precedenza forse non sono stato sufficientemente chiaro: iniziamo a dire e lo assicuro, che per l’ospedale di Costa, rimarrà tutto com’è e nulla cambierà. Noto tuttavia, ed è un fatto ormai acclarato, che il Pd e la sinistra si preoccupano dell’Ospedale in prossimità delle scadenze elettorali e della relativa campagna elettorale".

Gianantonio Da Re smentisce i tagli denunciati dall'opposizione, sottolineando le migliorie e gli investimenti effettuati dall’Ulss: "Per quanto riguarda la consigliera Costantini e la sua battaglia periodica per la sanità locale, mi chiedo cosa abbia fatto lei per l’ospedale negli anni passati in Regione: io una risposta ce l’ho, e per ora me la tengo", accusa Da Re.

"Veniamo alle schede ospedaliere esaminate dal Pd tanto allarmato ora, guarda caso, dopo anni di sonni tranquilli - prosegue Da Re - Vorrei ricordare che le schede sono una proposta, e vorrei ricordare pure che per la prima volta il sindaco di Vittorio Veneto è presidente dalla Conferenza dei Sindaci dell’Ussl, a tutela delle unità ospedaliere e interlocutore principale con la Regione".

Il sindaco ribadisce inoltre che le eccellenze della sanità vittoriese rimarranno tali e che farà le sue osservazioni nella conferenza regionale dei sindaci, sulla chirurgia e sui criteri di valutazione delle Ulss.

"Alla demagogia politica, alla costituzione di comitati e raccolte firme, che hanno solo scopi propagandistici elettorali - conclude - risponderò con una lettera personale a tutti i cittadini per far venire allo scoperto le bugie della sinistra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento