Politica

Discarica a Castagnole, Paeseambiente dice no

L’associazione si schiera contro il progetto della conversione della cava della frazione di Paese. Aggiunge Zanoni: “Dal Zilio rinunci e pensi al disastro che ha già causato la discarica Ecoidrojet”

Il progetto della nuova discarica a Castegnole di Paese non piace all’associazione Paeseambiente, che sta seguendo il caso e lo boccia su tutti i fronti.

L’intenzione è quella di convertire la cava in una discarica per lo stoccaggio dei rifiuti.

L'ingordigia dei cavatori non ha limite - commenta duro di Andrea Zanoni, eurodeputato e presidente di Paeseambiente - Mi unisco al sindaco di Paese Francesco Pietrobon e a tutti i cittadini di Paese  nel dire No a questa ennesimo sopruso dei cavatori”.

Secondo quanto riferisce l’eurodeputato, lo scorso 26 agosto la ditta Dal Zilio ha presentato il progetto di trasformazione in discarica della cava, che si trova a meno di 150 metri dal centro abitato di Porcellengo e confina con il Cerd e con la sede della Protezione Civile di Paese. A meno di un chilometro si trovano poi la scuola elementare e quella dell'infanzia.

Stando al progetto in otto anni nel sito verrebbero convogliate 560mila tonnellate di rifiuti speciali, compresi i rifiuti solidi prodotti dalle operazioni di bonifica dei terreni.

“Dopo lo scandalo della discarica Ecoidrojet – accusa Zanoni invitando l’imprenditore al fare un passo indietro - adesso Dal Zilio ha il coraggio di ripresentare un progetto di discarica indignandosi addirittura perché trova la contrarietà di amministrazione e cittadinanza”.

Ai cavatori non interessa che Paese abbia già 29 cave e 13 discariche, a loro interessa solo il proprio portafoglio”, rincara la dose Mario Zanardo, portavoce di Paeseambiente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica a Castagnole, Paeseambiente dice no

TrevisoToday è in caricamento