Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica Via Passo Barca

Rifiuti abbandonati a Passo Barca, replica del Comune: «Zona sempre monitorata»

L'assessore all’Ambiente e al Turismo, Eleonora Antoniazzi, replica a stretto giro all'interrogazione comunale presentata dai consiglieri Natale Grotto e Angela Marsura: «Chi viola le norme verrà sanzionato»

Il Piave a Passo Barca (Foto tratta da Facebook)

Il Comune di Sernaglia della Battaglia replica a stretto giro alle accuse dei consiglieri comunali Natale Grotto e Angela Marsura sugli abbandoni di rifiuti nell'area di Passo Barca. Questo il commento dell'assessore all’Ambiente e al Turismo, Eleonora Antoniazzi: «La zona è costantemente monitorata. Le problematiche rilevate nell’interrogazione scritta perdurano da tempo e si sono trovate ad affrontarle anche le amministrazioni precedenti. L’attuale amministrazione ha messo in atto, nell’ultimo anno, interventi e provvedimenti al fine di tutelare il decoro dell’area. Oltre ai cassonetti di raccolta dei rifiuti, collocati lo scorso anno nell’area di un parcheggio, abbiamo integrato con altri cassonetti per la raccolta differenziata nell’area del parcheggio verso il fiume, in modo da coprire meglio tutta la zona - spiega l’assessore - In accordo con la ditta Savno, gli svuotamenti vengono effettuati di venerdì e di lunedì, ossia prima e dopo il weekend, in modo da essere vuoti quando arriva il maggior afflusso di gente».

«Inoltre con l’installazione del parcheggio a pagamento nell’area di sosta, attivato quest’anno per controllare sia il fenomeno delle soste selvagge sia, soprattutto, per regolamentare gli afflussi all’area - prosegue Antoniazzi -, vi è anche la presenza di un ausiliario che monitora la zona, specie nel fine settimana. Quest’anno il Comune ha eseguito un’ulteriore pulizia dell’area adiacente al fiume, con taglio di alcune basse alberature che ha permesso di recuperare numerosi rifiuti abbandonati all’interno - fa notare l'assessore - La polizia locale continuerà ovviamente a effettuare i dovuti controlli, anche se si capisce che monitorare l’area a 360 gradi e controllare ogni gesto di ogni singola persona risulterebbe impossibile. È certo che, se qualcuno dovesse essere colto in flagrante o si risalisse a chi viola le norme, sarà duramente sanzionato. Infine - conclude Antoniazzi - ne approfitto per ringraziare tutti quei volontari che oltre alle segnalazioni inviate al comune cercano di tenere sempre pulita l’area, facendo un importante gesto verso il territorio e verso tutta la comunità. Ricordo che vengono organizzate periodicamente anche le giornate ecologiche, che l'amministrazione sostiene e patrocina».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati a Passo Barca, replica del Comune: «Zona sempre monitorata»

TrevisoToday è in caricamento