rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica Asolo

Cemento su Asolo, Comune rinvia discussione Pat

Mercoledì sera il Comune di Asolo ha rinviato la discussione del progetto per il Piano di Assetto Territoriale, che prevede l'edificazione di oltre 300mila metri cubi di cemento in 20 anni

Mercoledì sera il consiglio comunale di Asolo avrebbe dovuto discutere del nuovo Piano di Assetto Territoriale, ma è stato costretto a rinviare la seduta.

Troppe le contestazioni da parte di cittadini, associazioni e opposizioni alla colata di oltre 300mila metri cubi di cemento previsti dal piano in 20 anni.

Il sindaco Loredana Baldisser, dopo una riunione con le opposizioni, ha comunicato che l'esame dello strumento urbanistico è rinviato a data da destinarsi per consentire alla cittadinanza e ai rappresentanti della società civile di conoscere e comprendere meglio il nuovo piano.

L'adozione del piano territoriale ad Asolo, che prevede anche la creazione di una nuova zona industriale, ha scatenato reazioni anche fuori dai confini asolani. Contro la colata di cemento si sono schierati anche esponenti del mondo della cultura, come Vittorio Sgarbi e Philippe Daverio, ma anche la stampa britannica.

Il 9 aprile sul sito del "Guardian" è stato pubblicato un articolo molto critico. "La città dei cento orizzonti" (come la definì Carducci) - si legge - "è in grave pericolo". Il pezzo parla della "cementificazione" che minaccia la "perla di Treviso", molto amata dai britannici, come il poeta Robert Browning che le dedicò una raccolta di poesie.

Accesa anche la discussione tra i lettori dell'articolo, inglesi e non, che accusano gli italiani di "amare il cemento" e tacciano come "pazzia" il progetto del Comune di Asolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cemento su Asolo, Comune rinvia discussione Pat

TrevisoToday è in caricamento