menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PaTreVe, Manildo: "Spiace il cambio di idee di Bitonci"

Il primo cittadino di Treviso risponde al neo sindaco di Padova. Manildo era intervenuto sulla PaTreVe anche dopo l'arresto di Orsoni

TREVISO - "Ho letto le dichiarazioni del sindaco di Padova Bitonci che avevo invitato al telefono all’incontro del 25 giugno a Treviso. Una tavola rotonda nella quale, anche nelle diversità di idee, sarebbe stato possibile confrontarsi sul tema di governare un’area complessa. Mi dispiace il repentino cambio di idee del primo cittadino di Padova che a me al telefono aveva anticipato che sarebbe stato presente". Così si esprime il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, il merito alle dichiarazioni fatte dal neo primo cittadino di Padova sulla città metropolitana.

"Penso che il tema dell’area metropolitana e più in generale del governo delle aree vaste sia una questione ineludibile, da non affrontare sulla base di condivisione o somiglianza di colore politico ma nell’esclusivo interesse del territorio che per essere competitivo e al passo delle sfide che l’Europa ci impone deve saper far rete anche tra amministrazioni di colori diversi continua Manildo -. L’area complessa PaTreVe esiste già, non è una creatura fittizia. Sta a chi ha responsabilità istituzionali governare, in modo funzionale ai cittadini, il cambiamento". Giovanni Manildo era intervenuto a favore della PaTreVe anche in seguito all'arresto del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, coinvolto nell'inchiesta sul sistema Mose. In quell'occasione Manildo aveva affermato: "La PaTreVe deve andare avanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento