menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Puppato, Santini, Filippin e Dalla Zuanna su banche: "accuse del M5S risibili, PD unica forza responsabile"

Le accuse dei senatori veneti PD all'attacco dei pentastellati: "Totale mancanza di conoscenza dei fondamentali su cui reggono le democrazie occidentali"

TREVISO “In un solo comunicato di accusa ai senatori veneti del Pd, il Movimento 5 Stelle riesce ad infilare due errori madornali, dimostrando che  i grillini presentano mozioni al solo scopo di fare confusione e con l'intento di far parlare di sé i media”. Non si fa attendere la risposta dei senatori PD Laura Puppato, Giorgio Santini, Rosanna Filippin e Gianpietro Dalla Zuanna, alle dichiarazioni di Cappelletti, Endrizi e Girotto.

“Il primo errore - dicono i senatori - evidenzia una totale mancanza di conoscenza dei fondamentali su cui reggono le democrazie occidentali, ovvero la precisa separazione del potere giudiziario da quelli legislativo ed esecutivo. Il Parlamento non può richiedere o peggio emanare condanne, che sono appannaggio della magistratura, se fosse il contrario salterebbe l’intero Stato di diritto. Una mozione come quella proposta era fumo negli occhi e si configura come un’interferenza, pure indebita, nel lavoro della magistratura”.

“Il secondo errore, vede una (voluta?) carenza di tecnica parlamentare che, dopo 4 anni mal si giustifica. - attacca il senatori dem veneti - Infatti è noto che il dibattito sul decreto banche arriva in Senato martedì 25 luglio, cioè tra 7 giorni, dunque quella sarà la sede in cui presentare emendamenti o ordini del giorno che verranno approvati o respinti e su questi atti si valuterà l'interesse alla migliore soluzione del problema creato dalle Banche Venete. Inoltre a onor del vero, i colleghi 5S dovrebbero sapere che i colleghi PD veneti che siedono alla Camera dei deputati hanno fatto approvare ben 3 ordini del giorno che contengono impegni per il Governo tra cui mettere la magistratura nelle condizioni di svolgere al meglio il proprio operato, con documenti, atti e quant'altro in possesso del Parlamento o delle sue commissioni. Le accuse dei 5s al PD sono davvero  assurde, la coerenza con cui stiamo portando avanti l'interesse del nostro territorio è rafforzata da atti, sempre più cogenti, volti a risolvere un problema enorme, creato dall'irresponsabilità di pochi, al sociale e all’economia del Veneto e non solo.” - hanno concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento