menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pederobba, 'Bene in Comune' sbotta: "Si faccia lo studio epidemiologico già pagato!"

"Ci si chiede perché il Comune non intenda effettuare uno studio già pagato dai cittadini e svolto secondo un protocollo riconosciuto scientificamente a livello internazionale"

PEDEROBBA Il Gruppo Consiliare “Bene in Comune” ha formalizzato mediante una lettera inviata al sindaco di Pederobba e, per conoscenza, anche al Direttore Generale USLL 2 dr. Francesco Benazzi e al Responsabile Coordinamento Regionale per la prevenzione e il controllo delle malattie dr. Cinquetti, la richiesta di riprendere il progetto dello “Studio epidemiologico caso-controllo”, il cui incarico è già stato affidato al prof. Crosignani.

Per “Bene in Comune” rimane infatti inspiegabile il dietrofront dell’Amministrazione Comunale di Pederobba visto che l’incarico è già stato affidato e che il Comune ha già provveduto a pagare la somma complessiva di € 11.526,00 (la totalità dei compensi previsti per il progetto). Resta pure senza motivazione il diniego dell’ULSS 2 di fornire i dati sanitari per lo svolgimento dello studio. "Ci si chiede perché il Comune di Pederobba non intenda effettuare uno studio già pagato dai cittadini e svolto secondo un protocollo riconosciuto scientificamente a livello internazionale. I risultati ottenuti con tale studio, tra l’altro in tempi relativamente brevi, non solo non sono in contrasto ma addirittura si possono utilmente integrare con quanto emergerà dallo studio che l’ULSS 2 dovrebbe effettuare in collaborazione con l’Università di Brescia. Usiamo il condizionale perché, nel suo intervento durante il Consiglio Comunale del 29.12.17, il dr Cinquetti ha dato solo alcune rassicurazioni verbali sullo svolgimento dello studio epidemiologico, ma non ha presentato nessun progetto né delineato tempi e modalità".

“Bene in Comune auspica, pertanto, che il sindaco riconvochi con urgenza il tavolo per lo 'Studio epidemiologico caso-controllo' del prof. Paolo Crosignani, allo scopo di dar tempestivamente corso a tale studio, riservandosi di intraprendere ulteriori iniziative qualora ciò non dovesse avvenire".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento