menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cementi Rossi di Pederobba: “Straordinaria partecipazione dei cittadini"

Laura Puppato (PD): Si è riusciti a dare la parola agli imprenditori agricoli, alle associazioni, ai cittadini, che hanno manifestato le proprie critiche di cui ora la VIA provinciale dovrà tenere conto”

PEDEROBBA “Ho seguito passo passo lo sviluppo del dibattito pubblico riguardante la possibilità di implementare la specificità merceologica della Cementi Giovanni Rossi spa a Pederobba, e non posso esimermi dal congratularmi e dall’applaudire all’azione di Luciana Fastro, capogruppo di Pederobba Bene Comune e delle associazioni che si sono dispiegate per fare in modo che i cittadini fossero coinvolti nelle decisioni fondamentali della cosa pubblica, un esempio di democrazia partecipata in senso pieno, consapevole e con la possibilità di incidere sul proprio territorio”. Lo dice Laura Puppato, senatrice PD.

“La via intrapresa a Pederobba è esattamente quella che abbiamo voluto promuovere con il nuovo codice degli appalti, che prevede strumenti di debac public ovvero di dibattito pubblico preventivo che illustrino tutti gli aspetti ai residenti, affinché non si ritrovino vittime di scelte operate altrove all'oscuro delle conseguenze di quelle scelte subite - ha detto ancora Puppato - si è riusciti invece, sicuramente uno dei primi casi in Italia, a dare la parola agli imprenditori agricoli, alle associazioni, ai cittadini, che hanno manifestato le proprie critiche di cui ora la VIA provinciale dovrà tenere conto”.

“Il rispetto per l’ambiente è rispetto per noi stessi, la Pianura Padana è e deve essere considerata un’area ad alto inquinamento ambientale e tutelata pertanto la salute dei cittadini residenti ma è anche un area di alta qualità agricola e qui rischiamo di perdere o mettere a rischio coltivazioni fondamentali, tra cui il Prosecco. Se crediamo nella salute umana, nella qualità di nostri territori, specie ora che sono candidati a patrimonio dell’UNESCO, e lasciare un modello di sviluppo sostenibile per i nostri figli, è necessario contenere ed eliminare tutte le fonti di inquinamento. Spesso frutto di accumulo di decenni di inquinanti depositatesi sul terreno” ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento