rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica Casale sul Sile

Polo Amazon a Casale: «Il sindaco informi i cittadini sul vero progetto»

Il Gruppo Consiliare di Verso il Domani: «I casalesi non si meritano una tale incertezza. L'Amministrazione Giuliato deve dunque scoprire le carte»

Il Gruppo Consiliare di Verso il Domani in Consiglio Comunale a Casale sul Sile «legge con curiosità le notizie che si susseguono sui giornali di questi giorni: a Roncade è previsto un polo logistico Amazon e a Casale, dove se ne parla da più di un anno, forse sì, ma anche no. La società Vailog che segue il progetto di Casale avrebbe un pre-contratto con Amazon, anche se ha avuto contatti con Unicomm, il gruppo dei supermercati Emisfero, Famila e Mega e non manca l'ipotesi Zalando, altro colosso del commercio elettronico».

«I casalesi non si meritano una tale incertezza - dichiarano le consigliere di Verso il Domani Bruna Battaglion, Stefania Benetti e Martina Simionato - Sono venuti a conoscenza dell'esistenza del progetto del Polo Logistico solo attraverso la stampa e a seguito delle nostre interpellanze sul tema, ma non hanno mai avuto occasione di essere ufficialmente informati dall'Amministrazione Comunale del contenuto del progetto, dei costi e dei benefici di una tale infrastruttura. Le destinazioni e i numeri continuano a cambiare e, in questa incertezza, viene da chiedersi se sindaco e Casale Futura siano in grado di informare i cittadini e tutelare il nostro territorio».

«La Giunta di Casale infatti, complice la pandemia, ha adottato in sordina il Piano Urbanistico Attuativo del progetto logistico il 30 aprile 2020; avrebbe voluto fare presto ad approvarlo, ma in realtà il piano ha rivelato molte criticità: dalla carenza progettuale alla mancanza di accordo con il Comune di Quarto d'Altino sulla viabilità, dal dubbio sulla legittimità dell'operazione al parere contrario del tecnico comunale. Tutto ciò di fatto ha sospeso l'iter per l'approvazione del piano. Ma ora, da quanto emerge dagli articoli sulla stampa, sembra che sia tutto risolto,  si annunciano firme di accordi di programma,  approvazione del PUA e inizio dei lavori in autunno. Se davvero sarà possibile procedere con il progetto si deve prendere atto che è cambiato tutto: i futuri insediamenti, la viabilità verso Quarto d'Altino, il traffico che attraverserà i centri abitati, le promesse di molti posti di lavoro, e quindi i cittadini hanno diritto di essere opportunamente informati e ascoltati».

«Non è servita a nulla per gli Amministratori di Casale la lezione di stile che ha impartito la sindaca di Roncade Pieranna Zottarelli nella gestione trasparente del suo Progetto Amazon - concludono le consigliere di Verso il Domani Bruna Battaglion, Stefania Benetti e Martina Simionato - Sappiamo che la trasparenza non appartiene al metodo di lavoro della Giunta casalese, ma riteniamo urgente che venga reso pubblico il vero progetto previsto per il Polo Logistico del Parco Tematico, perché tutti i casalesi sappiano quale sarà il futuro del Comune e possano esprimere il loro parere. Noi comunque riteniamo inopportuno l'insediamento logistico previsto perché potrebbe presentare dubbi di legittimità, non si conosce il vero progetto e le sue implicazioni, e invece si sa per certo che la viabilità ordinaria, che dovrebbe sopportare il traffico derivato dal nuovo insediamento cioè l'unica strada che passa per il centro di Casale, è assolutamente inadeguata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo Amazon a Casale: «Il sindaco informi i cittadini sul vero progetto»

TrevisoToday è in caricamento