rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica Riese Pio X

Polo Amazon, stretta l’intesa tra sindacati e Comune di Riese Pio X

I segretari generali di CGI, CISL e UIL: «Nel nostro territorio la nascita di questi insediamenti deve necessariamente essere governata a monte della loro realizzazione»

Con l'obiettivo di favorire e strutturare un sistema di relazioni a valenza generale e un percorso condiviso di tutela della legalità, della sicurezza, delle condizioni contrattuali e di lavoro e di mitigazione dell’impatto ambientale nella realizzazione e gestione del centro logistico Amazon nel territorio di Riese Pio X, i sindacati CGIL, CISL e UIL provinciali e l’Amministrazione comunale hanno sottoscritto un’intesa pochi giorni fa.

Dando valore al confronto che le parti, Sindacati e Comune conducono da anni la contrattazione sociale sui temi dello sviluppo sostenibile, della crescita economica, della salute e della sicurezza sul lavoro e della legalità. Con l’intesa CGIL, CISL e UIL e Amministrazione comunale intendono, infatti, ciascuno per la propria competenza, contribuire attivamente affinché in ogni appalto o concessione di opere, servizi o spazi siano affermate e garantite norme e contratti, nonché trasparenza e la responsabilità in solido del gestore del centro logistico, ovvero Amazon.

Gli obiettivi dichiarati dall’intesa sono: la vigilanza della corretta applicazione di leggi e regolamenti, in particolare attraverso la collaborazione e il coinvolgimento degli uffici della polizia locale, dell’applicazione dei contratti collettivi nazionali e aziendali stipulati tra le rappresentanze sindacali e datoriali relativi all’intera filiera produttiva e all’indotto, degli strumenti bilaterali, della piena attuazione al Durc, per quanto riguarda gli aspetti della regolarità del lavoro; la stabilità delle assunzioni, la formazione, l’inserimento della clausola sociale negli appalti, a garanzia della continuità occupazionale; la valorizzazione del ruolo e delle funzioni dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza in azienda e territoriali, in tema sicurezza, salute e prevenzione degli infortuni; consentire l’agibilità dei rappresentanti dei lavoratori a garanzia dei diritti sindacali e contrattuali per l’intera filiera; l’accesso alle informazioni a verifica degli andamenti occupazionali e del rispetto degli accordi. Ma anche identificare soluzioni di sostenibilità relativamente al flusso di merci e persone nel territorio, attraverso forme di mobilità collettiva per raggiungere il luogo di lavoro e nel cercare un confronto con le associazioni di locatari e inquilini al fine di garantire contratti di affitto a prezzi calmierati.

L’intesa, inoltre, getta le basi per un confronto costante tra Sindacati confederali e Amministrazione comunale, che preveda anche il coinvolgimento delle categorie economiche e degli enti pubblici preposti ai controlli di verifica sui vari aspetti dell’accordo. “Nel nostro territorio la nascita di questi insediamenti deve necessariamente essere governata a monte della loro realizzazione - spiegano i segretari generali di CGI, CISL e UIL, Mauro Visentin, Massimiliano Paglini e Gianluca Fraioli -. Lo facciamo attraverso la contrattazione sociale e nello sperimentare nuovi spazi di confronto con le Istituzioni locali, perché si trovino i binari a garanzia dello sviluppo sostenibile, sia dal punto di vista ambientale sia occupazionale, e si rispettino le regole per creare buon lavoro, non trovandoci in futuro di fronte a forme di abuso del territorio e di macelleria sociale”.

“Quello di Riese Pio X è un centro logistico di ultimo miglio, perciò di dimensioni ridotte - ha affermato il Sindaco del Comune di Riese Pio X, Matteo Guidolin - ben vengano comunque il confronto e la collaborazione con le parti sociali, per avviare percorsi a garanzia e tutela degli interessi della comunità, dei lavoratori e degli operatori economici stessi.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo Amazon, stretta l’intesa tra sindacati e Comune di Riese Pio X

TrevisoToday è in caricamento