Popolo della Famiglia Veneto: «A causa del virus una scuola cattolica su due chiuderà»

Mario Adinolfi (PdF): «Faccio un appello all’ex allievo Sergio Mattarella»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il coordinamento Regionale Veneto del Popolo della Famiglia rilancia con forza l'appello affinché non chiudano le numerose scuole paritarie della regione. Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, rivolge un appello al presidente della Repubblica sul rischio chiusura che avvolge le scuole paritarie: «Mi permetto, con il dovuto rispetto, di invocare aiuto non al Capo dello Stato ma al Sergio Mattarella ex allievo del San Leone Magno, una delle tante scuole cattoliche che innervano il sistema dell’istruzione pubblica, seppure non statale, in Italia. Il pregiudizio opposto dal ministro Azzolina verso le scuole paritarie è miope e ingiustificato, ma ha prodotto un disastro che può essere corretto solo in extremis, con un intervento diretto nel decreto liquidità. Signor presidente, dia ascolto al grido di dolore lanciato da Cism e Usmi, le Conferenze dei religiosi e delle religiose in Italia. Utilizzi il suo potere di moral suasion presso le forza politiche per far sì che votino unitariamente gli emendamenti al decreto liquidità che darebbero respiro alle scuole paritarie. Una su due altrimenti a settembre non riaprirà e questo comporterà per lo Stato una spesa di 2,4 miliardi di euro che in tempo di Coronavirus sono certo che il governo del ‘cattolico’ Giuseppe Conte non vorrà accollarsi per un mero pregiudizio ideologico di un suo ministro. L’ex allievo di scuola paritaria Sergio Mattarella che, come me e come l’ormai celebre ‘Giovanni’ e come molti dello staff presidenziale, sa bene per esperienza personale diretta quanto grave sarebbe la sparizione dal tessuto dell’istruzione pubblica degli istituti paritari, valuti la possibilità di un intervento urgente prima del disastro. Il Popolo della Famiglia ha già rivolto a tutti i partiti con rappresentanza parlamentare l’appello a sostenere gli emendamenti al decreto liquidità che permetteranno agli istituti paritari di sopravvivere. Altrimenti una scuola cattolica su due certamente chiuderà». Il coordinamento Regionale del Veneto del Popolo della Famiglia chiede con forza che lo Stato provveda al più presto a riconoscere un buono scuola per alunno basato sul costo standard, ed aiuti alle famiglie nel pagamento delle rette.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento