«Galeano mantenga le promesse: villa Franchetti torni al suo antico splendore»

L'affondo del consigliere provinciale e capogruppo della Lega Nord di Preganziol, Luisa Berto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Dopo l’annuncio che è stato siglato l’accordo tra Provincia di Treviso e Fondazione Cassamarca per la valorizzazione di Villa Franchetti con un bando per la manifestazione d’interesse per l’acquisto a quote della proprietà si anima subito l’opposizione a Preganziol. Il consigliere provinciale e capogruppo della Lega Nord di Preganziol Luisa Berto non ha mezzi termini: «Il bilancio del comune ha un avanzo di amministrazione disponibile di 3 milioni e mezzo, che il Sindaco Galeano faccia la sua parte per Villa Franchetti. E’ fondamentale ridare vita al patrimonio storico artistico che custodiamo a San Trovaso, è il simbolo di un intera comunità! E’ inaccettabile il cauto possibilismo e l’amarezza che lascia trapelare il sindaco sui social, se davvero ha fatto tutto il possibile per smuovere le acque che adesso approfitti della marea e salga a bordo della nave anche se non batte bandiera del suo partito. Certi progetti devono travalicare le dinamiche politiche per tutelare un bene più grande. In questi anni abbiamo lavorato anche noi, e tanto, per poter trovare una soluzione innovativa e sostenibile per le parti; non venendo coinvolti a livello comunale, abbiamo portato la voce di Preganziol direttamente nel Consiglio della Provincia e questo ci ha ripagato! Sono orgogliosa di aver fatto parte di questo risultato, abbiamo scritto un nuovo capitolo per villa Franchetti concreto e interessante, ci teniamo ora che gli attori recitino bene la propria parte, perché il pubblico di Preganziol e non solo non vede l’ora di assistere alla messa in onda. Ringraziamo Fondazione Cassamarca e la Provincia per l’impegno e la progettualità che hanno dimostrato nei confronti di Villa Franchetti, tenuto conto che in questi anni i rispettivi bilanci hanno messo in grossa difficoltà entrambi gli enti. Noi come tutti i cittadini soprattutto di San Trovaso, attendiamo di conoscere l’impegno del Sindaco!».

Torna su
TrevisoToday è in caricamento