Elezioni comunali: la lista "Ponte per tutti" si presenta ai cittadini

Oltre duecento persone all'incontro organizzato il 27 marzo a Casa Martin a Ponte di Piave. Il candidato sindaco Alvise Tommaseo ha spiegato agli elettori il suo programma

Grande partecipazione mercoledì sera, 27 marzo, alla Casa Martin di Ponte di Piave, dove il candidato sindaco Alvise Tommaseo ha presentato per la prima volta agli elettori la squadra dei dodici candidati consiglieri della lista civica Ponte per Tutti.

Oltre 200 persone hanno assistito alla presentazione, chi “comodamente” seduto in sala, chi dal corridoio, dove un altoparlante permetteva agli ultimi arrivati di ascoltare l’esposizione del programma elettorale: «La vostra grande partecipazione da un lato ci responsabilizza ulteriormente, dall’altro evidenzia già un nodo cruciale del nostro programma elettorale: Ponte di Piave manca di spazi di aggregazione consoni, capienti e funzionali alle molteplici attività che questo territorio deve tornare ad offrire», ha esordito Tommaseo.
«Il nostro programma è concreto e completo, ma personalmente voglio partire da tre sogni importanti, sui quali posso promettere solo ostinazione ed impegno, e da un'esigenza basilare: faremo tutto il possibile per recuperare il Cinema Luxor, perché Ponte di Piave abbia finalmente una sala polifunzionale dove creare e condividere cultura; intendiamo concordare una soluzione con la proprietà per riqualificare l’ex scolasticato dei Giuseppini, uno spazio storico per la nostra comunità, dove ad esempio potrebbe sorgere la nuova biblioteca; vogliamo discutere con Regione Veneto, Veneto Strade e con il Comune di Salgareda la progettazione di una tangenziale che devii finalmente il traffico pesante dal centro storico: è in gioco la salute dei pontepiavensi; infine, l'esigenza prioritaria è quella di mettere ancora più in sicurezza gli argini del Piave: è vero che hanno retto alla piena dello scorso ottobre, ma in quell’occasione si crearono dei fontanazzi pericolosissimi per la cittadinanza, ed in particolare per i nostri ragazzi più audaci. Sono obiettivi difficili, non posso promettere niente, ma abbiamo l’obbligo di provarci, tutti insieme: la comunità di Ponte di Piave non può e non deve più rassegnarsi all’ordinaria amministrazione».

DSC_0083-2

La serata, come detto, è proseguita con l’introduzione dei dodici candidati consiglieri, selezionati da un folto gruppo di liberi cittadini che dallo scorso autunno si stanno confrontando sulle molteplici esigenze del territorio. I candidati consiglieri sono stati scelti in base a criteri di rappresentatività della popolazione residente: frazione di provenienza, età anagrafica, sesso, esperienza professionale. Ognuno di loro, infatti, ha illustrato la parte di programma che più gli compete. Tra loro, anche l’ex assessore Silvana Boer e l’ex consigliere comunale di maggioranza Stefano Favaro, che nell’agosto scorso diedero le dimissioni dall’incarico, sfiduciando di fatto l’allora sindaco Paola Roma. «Siamo una lista libera, plurale e trasversale. Non ho tessere di partito: siamo una vera lista civica. Per questo il 26 maggio chiediamo ai pontepiavensi il voto disgiunto: in Europa votino il proprio partito di riferimento, ma qui diano fiducia a noi. Perché proponiamo una stagione amministrativa completamente nuova per Ponte, che sappia rinsaldare e proteggere la nostra comunità: voglio bene ai miei concittadini e loro me ne hanno sempre voluto. Desidero che l’affetto rimanga immutato anche dopo il 26 maggio, perché quella con Paola Roma è una competizione elettorale, non una battaglia: confrontiamoci lealmente sulle nostre differenti visioni per l’amministrazione di Ponte e delle frazioni. Cosa farò nei primi 100 giorni, se sarò eletto? Ripartiamo dalle piccole cose, per dare un futuro alla società pontepiavense: visto che stasera siamo nel capoluogo, mi impegno a riportare la sagra a Ponte di Piave entro il giorno di San Bartolomeo, il 24 agosto. Qui manca da troppo tempo». Le presentazioni ufficiali della lista Ponte per Tutti proseguiranno nelle quattro frazioni per tutto il mese di aprile. Il calendario ed il programma elettorale completo sono pubblicati sul sito web pontepertutti.it e sul canale Facebook della lista. È possibile anche parlare con i candidati attraverso WhatsApp, scrivendo al numero 347 5942737.

LA LISTA

ELVIRA ALBERTI: 64 anni, dottore commercialista di Ponte di Piave.
FEDERICO BRESSAN: 33 anni, educatore di Ponte di Piave.
PAOLA DE NARDI: 45 anni, insegnante di Negrisia.
BRUNO DONATO: 54 anni, insegnante di Ponte di Piave.
STEFANO FAVARO: 61 anni, presidente della Pro Loco di Ponte di Piave.
ALBERTO VIDOTTO: 26 anni, agronomo di Calderba.
SILVANA BOER: 61 anni, responsabile amministrativa di Levada.
ANDREA MARSON: 37 anni, lavoratore dipendente, di Negrisia.
EUGENIA CANDOSIN: 53 anni, avvocato e dirigente di ente locale di Negrisia.
FILIPPO CAVEZZAN: 57 anni, geometra di San Nicolò.
STEFANO DE PICCOLI: 38 anni, impiegato di Levada.
PAOLO CAMPANER: 66 anni, astrofilo di Ponte di Piave.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento