Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Preganziol

Previmedical, Irone: “Chiediamo chiarezza e certezze per i lavoratori”

La preoccupazione del sindacato il giorno dopo la sentenza dell’Antitrust. La FILCAMS CGIL di Treviso richiama l’azienda alla coerenza nell’applicazione dei giusti contratti di settore

“Una doccia fredda che non ci preoccupa poco, chiederemo un incontro con l’azienda per capire i risvolti della vicenda e chiedere garanzie in merito al piano industriale e alla tenuta dell’occupazione nel sito trevigiano”. Questa la reazione della FILCAMS CGIL trevigiana, per bocca del segretario generale della categoria Alberto Irone, il giorno dopo della decisione dell’Antitrust di sanzionare con un milione di euro Previmedical Servizi per la Sanità integrativa e provider per la gestione e la liquidazione delle pratiche di sinistro.

“Confidiamo che questa volta si arrivi a un confronto serio – mette subito in chiaro il segretario generale FILCAMS CGIL Irone -, perché più volte l’azienda ha tentennato nella relazione con il sindacato nell’affrontare questioni rilevanti. Questioni che lateralmente questa sentenza ha messo in luce, come lo svolgimento dell’attività assicurativa. Attività per la quale chiediamo maggiore coerenza nell’applicazione dei contratti di settore e giusti inquadramenti. Perché – sottolinea Alberto Irone - in particolare nel corso degli ultimi anni è stata percorsa la strada della dequalificazione del lavoro e per effetto di questa politica il turn over dei dipendenti è notevole. Ci viene da pensare anche a discapito della stessa qualità delle prestazioni erogate alla clientela”. “Dopo questa pesante multa chiediamo chiarezza e certezze per i lavoratori – conclude Irone -, chiediamo un confronto puntuale che metta fine alle zone grigie e tracci un percorso di solidità dell’occupazione e dell’azienda stessa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Previmedical, Irone: “Chiediamo chiarezza e certezze per i lavoratori”

TrevisoToday è in caricamento