rotate-mobile
Mercoledì, 29 Marzo 2023
IL VOTO / Centro / Piazza dei Signori

Primarie, Elly Schlein è la nuova segretaria del Partito Democratico

L'ex vicepresidente dell'Emilia-Romagna ha battuto Stefano Bonaccini nella corsa per la guida del partito. 10mila votanti nella Marca: il segretario provinciale Giovanni Zorzi: «Grande esempio di partecipazione»

Seggi in tutta Italia, domenica 26 febbraio, per eleggere il nuovo segretario del Partito Democratico. Dopo un lungo congresso svoltosi nei circoli, al quale hanno partecipato anche Paola De Micheli e Gianni Cuperlo, Stefano Bonaccini ed Elly Schlein hanno acquisito il diritto di confrontarsi al "ballottaggio" dei gazebo. I seggi sono rimasti aperti fino alle ore 20. Per votare erano sufficienti un documento d'identità valido, la tessera elettorale e il pagamento della quota di due euro. Al termine della giornata l'affluenza nazionale ha superato quota 1 milione di elettori. La stima parziale delle ore 13, era stata di 600mila elettori in tutta Italia. Elly Schlein ha vinto le primarie battendo a sorpresa Stefano Bonaccini: è lei la nuova segretaria del Pd, la prima segretaria donna del partito. «Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. L'obiettivo è mettere al centro il contrasto ad ogni disuguaglianza e precarietà. Saremo un problema per il governo Meloni» ha detto parlando alla sede del suo comitato elettorale. Nata il 4 maggio 1985 in Svizzera, da madre italiana e padre americano (entrambi docenti universitari), Schlein vive a Bologna, dove si è anche laureata in giurisprudenza. Ha una sorella, Susanna, diplomatica che lo scorso anno è stata vittima di un attentato ad Atene, e un fratello. Al Parlamento europeo Schlein si è occupata soprattutto di immigrazione. Per due anni è stata la relatrice dei Socialisti europei alla riforma del regolamento di Dublino, riguardante il diritto di asilo. Ad essere particolarmente apprezzate dagli elettori, anche nella Marca, sono state le battaglie intraprese da Schlein a favore, oltre che dei migranti, anche della parità di genere, della disoccupazione giovanile, dei diritti delle minoranze e delle persone LGBTQIA+. Schlein è una convinta europeista.

primarie-pd-2023

L'affluenza

A Treviso città erano cinque i seggi aperti, 61 in tutta la provincia. Il più affollato è stato quello allestito in Piazza dei Signori, sotto la Loggia di Palazzo dei Trecento dove, nel corso della giornata, erano presenti anche il candidato sindaco del centrosinistra, Giorgio De Nardi e la deputata del Pd, Rachele Scarpa. Il 25% dei voti raccolti nella Marca sono arrivati dalla città capoluogo, un quarto del totale. Alle ore 13 nella Marca avevano votato 4.600 cittadini, alle ore 20 il dato sull'affluenza parla di quasi 10mila votanti.

de-nardi-scarpa

Il commento

Giovanni  Zorzi, segretario provinciale del Pd di Treviso, commenta così il voto nella Marca: «Al di là del risultato dello scrutinio, nonostante la giornata fredda e il maltempo, siamo molto soddisfatti di come sono andate queste votazioni: un esercizio di partecipazione che, in Italia, siamo ancora l'unico partito a fare. Oggi è stata una festa della democrazia, con oltre un milione di elettori in tutta Italia. In tempi di astensionismo e disaffezione verso la politica è un segnale davvero importante» conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, Elly Schlein è la nuova segretaria del Partito Democratico

TrevisoToday è in caricamento