rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Firmato a Venezia Protocollo di legalità, Muraro: "Accordo importante"

È stato siglato a Venezia il Protocollo di legalità tra Upi, Prefetture, ANCI Veneto e il Ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri. Muraro: "La firma odierna è un buon primo passo"

Stamattina è arrivata a Venezia anche Annamaria Cancellieri, per la prima volta in Laguna in veste di Ministro dell'Interno per la firma del Protocollo di legalità. L'accordo, voluto anche dall'ex ministro Roberto Maroni, ha lo scopo di prevenire i tentativi della criminalità organizzata di infiltrarsi nel settore dei contratti pubblici, dai lavori, ai servizi e alle forniture.

"Si tratta senz'altro di un accordo importante – ha dichiarato Leonardo Muraro, a Venezia in qualità di Presidente dell'Unione delle Province d'Italia – che ancora una volta vuole garantire lavoro e trasparenza nella gestione degli appalti pubblici, soprattutto quelli che prevedono grossi finanziamenti. Mi riferisco, ad esempio, alla realizzazione di opere come la Pedemontana e la terza corsia della A4, che vedono movimentati miliardi sicuramente appetibili".

"La firma odierna è un buon primo passo – ha sottolineato Muraro – a cui devono far seguito altri, come l'allargamento dei soggetti coinvolti. Il sistema bancario in primis, perché imprenditori in difficoltà nell'accesso al credito non si rivolgano a soggetti "illeciti", ma abbiano piuttosto la possibilità di essere agevolati nella richiesta agli istitituti di credito".

Il Presidente della Provincia di Treviso e dell'Upi ha anche fatto notare al Ministro dell'Interno che il Patto di stabilità mette in difficoltà le amministrazioni: "Ci tengo a segnalare questo grande disagio a nome delle Province del Veneto. Noi ci siamo impegnati in questi anni, nonostante il momento economico difficile, a garantire il pagamento alle imprese che realizzano le nostre opere pubbliche a non più di tre o quattro mesi di distanza. Avere la possibilità di pagare nell'immediato aiuterebbe di certo a combattere anche il fenomeno dello strozzinaggio".

Muraro ha inoltre colto l'occasione per ribadire al ministro Cancellieri le perplessità delle Province venete riguardo alla possibilità di "togliere un livello di controllo, specie nell'ambito particolare dei rifiuti. La Provincia attualmente svolge un compito fondamentale – ha concluso Muraro – Togliere un ente di area vasta comprometterebbe la qualità del servizio di ispezione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmato a Venezia Protocollo di legalità, Muraro: "Accordo importante"

TrevisoToday è in caricamento