rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica Mogliano Veneto

Riaprire le case chiuse, successo del referendum tra le donne

Il banchetto organizzato dal sindaco di Mogliano Veneto, Giovanni Azolini, ha attirato 300 firmatari in un'ora. Ad aderire all'iniziativa tante rappresentati del gentil sesso

Tutta pazze per la petizione pro case chiuse. Sono state numerose le trevigiane che sabato si sono recate al banchetto organizzato dal sindaco di Mogliano Veneto, Giovanni Azzolini, al mercato di Treviso.

In meno di un'ora - riporta la Tribuna di Treviso - hanno aderito trecento persone, tanto che i moduli sono andati a ruba.

Azzolini ha lanciato la propria campagna referendaria una settimana fa ed entro il 30 settembre prossimo deve raccogliere 500mila adesioni in tutta Italia.

Nella Marca l'iniziativa, che è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 19 luglio, riscuote un grande successo ed è sostenuta da un folto gruppo.

E Azzolini è più che soddisfatto, sottolineando come la partecipazione di tanti cittadini sia indice del fatto che l'argomento della prostituzione continua a essere molto sentito dalla popolazione. Anche dalle donne, che sabato a Treviso hanno aderito oltre ogni aspettativa.

L'idea di riaprire le case chiuse - osserva Azzolini - piace perché la gente ritiene giusto che anche le prostitute paghino le tasse, come avviene nei Paesi del Nord Europa. Per questo il sindaco di Mogliano invita i colleghi a pubblicizzare il referendum, per raggiungere il difficile obiettivo delle 500mila firme.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaprire le case chiuse, successo del referendum tra le donne

TrevisoToday è in caricamento