menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Moretti, Tosi, Zaia e Berti

Moretti, Tosi, Zaia e Berti

Regionali 2015: Berti dell'M5S si scaglia contro Tosi espulso dalla Lega

Si avvicina la data del voto per scegliere il nuovo governatore del Veneto. La querelle in casa leghista si è chiusa con un divorzio, Berti del M5S: "Tosi tra le braccia di Moretti"

VENEZIA - Dopo la "cacciata" dalla Lega Nord da parte del segretario Matteo Salvini, si attende l'ufficializzazione della discesa in campo alle Regionali del sindaco di Verona Flavio Tosi contro l'eterno "nemico in casa" Luca Zaia.

ZAIA - Dal canto suo il governatore, dopo aver auspicato che della vicenda non si parli più, ha dichiarato che "Ognuno e' libero di fare quello che vuole - ha detto a Venezia. - I sondaggi ci danno assolutamente in vantaggio. Il mio terreno migliore e' quello con difficoltà, sullo sterrato corro meglio", ha aggiunto. ‎ Per la Lega adesso si tratta di "girare pagina dopo un giorno che ha come unica nota positiva che si chiude questa vicenda e la situazione non è più torbida". "Io butto il cuore oltre l'ostacolo e mi piacciono le sfide", ha continuato Zaia, che ha rivelato anche che "abbiamo pronta la presentazione della nostra campagna, che sarà innovativa". 

MORETTI - "Pensavo che le espulsioni e i dissidenti appartenessero solo al M5s. E invece non è così - ha commentato Alessandra Moretti - Non è mai una pagina di buona politica quella che racconta l'allontanamento di un leader di un movimento da parte del proprio segretario - aggiunge -. Sono gesti a cui si fatica ad abituarsi e che denotano una scarsa tolleranza e democrazia interna". Sabato prossimo, la candidata del centro sinistra per il Veneto, Alessandra Moretti, tradurra' in "proposte" e "temi prioritari" per la Regione le voci che ha ascoltato dal 16 gennaio a oggi, durante il suo tour. Voci di "preoccupazione" e di "delusione" per "gli ultimi vent'anni di governo del centro destra" di Giancarlo Galan e Luca Zaia a Palazzo Balbi, dice oggi la democratica. E che la convincono del fatto che "il Veneto meriti un'alternativa coraggiosa". A metà del suo "viaggio di ascolto" nei Comuni veneti, e a due due mesi dalle elezioni, dunque, Moretti presentera' la campagna elettorale per le regionali sabato alle 17.30 al centro Congressi Papa Luciani, a Padova.

BERTI - "La telenovela leghista è finita in un mare di lacrime, con Tosi che corre a consolarsi fra le braccia della Moretti: il loro piano è consegnare il Veneto nelle mani del Partito democratico". Così Jacopo Berti, candidato alla presidenza della Regione per il Movimento 5 Stelle "Ladylike e' stata mandata da Renzi nella regione piu' produttiva d'Italia per spremerla - afferma - ed è il cavallo di Troia di Roma. Tosi, complice, le da una mano tradendo la Lega per togliere voti a Zaia e supportare il Partito Democratico in un eventuale ballottaggio". Ma per Berti fanno i conti senza l'oste. "Prima di prendersi la Regione dovranno vedersela con noi - avverte - .Il Movimento 5 Stelle c'e' e il nostro consenso sale ogni giorno. Anche perche' i veneti non vogliono certo finire nelle mani della Moretti. Questo, e ormai e' chiaro a tutti da un pezzo, e' un pericolo da scampare come l'ebola". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto tra due moto e un'automobile: morto un centauro 25enne

  • Cronaca

    Lutto a Follina, l'alpino Mario Naibo è andato avanti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento