Politica Centro / Borgo Cavalli

Restauro di Borgo Cavalli, Rocco (PD): "Rimarranno le visite specialistiche"

"E' un passo avanti per la città. Ottimo lavoro di squadra fra il sindaco Manildo e l'Ulss 9 del direttore Benazzi» ha dichiarato il consigliere comunale Nicolò Rocco

TREVISO Nel centro storico della città partono in questi giorni i lavori per il restauro degli ambienti di Borgo Cavalli, una soluzione di rinnovo dei locali condivisa sia dall'amministrazione comunale che dalla direzione dell'Ulss che ha in gestione l'immobile ormai da moltissimi anni. «Quando l’amministrazione Manildo ha iniziato ad affrontare i nodi legati alla Cittadella della Salute si è trovata a dover gestire una situazione molto complicata - ha dichiarato il consogliere del PD Nicolò Rocco, attuale delegato del Comune ai rapporti con l’azienda Ulss9 - Quasi tutti i servizi distrettuali erano a Palazzo Moretti in un edificio fatiscente e difficilmente accessibile per la cittadinanza, in particolar modo per l'utenza più debole. La proposta concordata fra le giunte precedenti e l’Ulss 9 di spostare il Distretto sociosanitario fuori dalla città, all'interno delle nuove costruzioni previste nell'area della cittadella della Salute, ha visto da subito la contrarietà della nuova amministrazione e il blocco di quella progettualità. Ci siamo opposti, non senza ricevere critiche, perché non volevamo che altri servizi venissero spostati dal centro, riuscendo comunque in tempi rapidissimi a raggiungere l'accordo di programma che consentirà il rinnovo dell'Ospedale Ca' Foncello".

"L’annuncio del restauro di Borgo Cavalli - continua Rocco - rappresenta un importante passo avanti nel rispetto di quell'accordo di programma fra azienda sanitaria e comune di Treviso. Lo sforzo dell’amministrazione Manildo di tenere quanti più servizi possibile sul territorio e in particolare nel centro storico rappresenta un’inversione di tendenza fondamentale tanto per la prossimità delle cure quanto per il rilancio cittadino. Su questo tema è stato decisivo il lavoro dell’intero consiglio comunale, in particolare del gruppo consiliare del Partito Democratico. È inoltre molto positivo il progetto che avvia un ridimensionamento delle visite specialistiche a Motta di Livenza, che inizierà dagli anziani over 75. Anche questa richiesta è stata fortemente sostenuta da tutti i comuni dell’hinterland e rappresenta un passo avanti per prevenire le difficoltà di spostamento che molti cittadini affrontano quotidianamente».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restauro di Borgo Cavalli, Rocco (PD): "Rimarranno le visite specialistiche"

TrevisoToday è in caricamento