Richiedenti asilo, Laura Puppato: “Bisogna cambiare la legge Bossi-Fini"

La senatrice afferma:"È necessario anche semplificare l'iter di identificazione ed eventuale espulsione dove non vi siano i presupposti per il diritto di soggiorno"

TREVISO “La legge Bossi-Fini sta ingolfando i tribunali e costando ai contribuenti cifre enormi, va cambiata subito, o sarà impossibile gestire il numero di richiedenti asilo arrivati in Italia”.  Lo afferma Laura Puppato, commentando le criticità evidenziate dal tribunale di Venezia. “È una legge promulgata dal centrodestra come specchietto per le allodole, per mostrare che si stava facendo qualcosa, ma in realtà finisce per perseguire l’obiettivo contrario a quello che in teoria si prefiggeva"

"In questo modo si è allungato a dismisura l’iter per accertare la clandestinità che deve passare per tre gradi di giudizio, ovviamente tutto a spese del contribuente, visto che chi arriva è quasi sempre nullatenente, ma ha comunque diritto a riconoscersi l’intero iter giudiziario, complice anche l’obbligatorietà dell’azione penale è evidente come serva immediatamente ripensare la legge, al limite del demenziale. È necessario anche semplificare l’iter di identificazione ed eventuale espulsione dove non vi siano i presupposti per il diritto di soggiorno, ne ho parlato recentemente con il Ministro Orlando, indugiare in questo settore può determinare l’ingestibilità dell’intera questione” ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento