menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le colline di Pieve di Soligo

Le colline di Pieve di Soligo

Risoluzione su Pieve di Soligo Capitale 2022 della Cultura: «Orgoglio per tutto il Veneto»

Il PD: «Si tratta di un'occasione per ripensare il turismo, puntando su offerta diffusa nel territorio che valorizzi le tante eccellenze del nostro territorio»

«La presenza di Pieve di Soligo tra le 10 finaliste per la Capitale della cultura 2022 è un orgoglio per tutto il Veneto e troviamo sia giusto fare squadra, con uno sforzo di tutti per raggiungere un traguardo così importante». È quanto affermano i consiglieri del gruppo regionale del Partito Democratico con il capogruppo Giacomo Possamai e i colleghi Anna Maria Bigon, Vanessa Camani, Jonatan Montanariello, Andrea Zanoni e Francesca Zottis, motivando il sì alla risoluzione, passata all’unanimità, sul sostegno alla ‘corsa’ di Pieve di Soligo.

«È una candidatura fortemente territoriale ed è un bel segnale. Investire su una piccola realtà è sicuramente una proposta innovativa, l’idea di fondo è che questa spinta non si esaurisca con il 2022, rendendo tutta la zona della Sinistra Piave stabilmente attrattiva dal punto di vista culturale. Ci auguriamo che la candidatura sia anche un’occasione per riflettere insieme sul tipo di promozione territoriale che abbiamo in mente e sull’importanza della cultura come promotrice di benessere. Un turismo - sottolineano - che non è solo quello delle grandi città: dobbiamo puntare sull’offerta diffusa che valorizzi le tante eccellenze del Veneto e con modalità che non guardino solo alla redditività delle imprese, bensì alla sostenibilità per il territorio e per le comunità che lo abitano». 

Così invece Alberto Villanova, capogruppo in Consiglio regionale del Veneto di Zaia Presidente: «Dopo il voto di questi giorni possiamo lavorare tutti insieme per portare a compimento un successo che non sarebbe della sola Pieve di Soligo, ma dell’intero Veneto. Ringrazio davvero i consiglieri che all’unanimità hanno appoggiato la risoluzione da me presentata per sostenere la candidatura a Capitale italiana della cultura 2022».

«Dopo il riconoscimento dell’UNESCO alle Colline del Prosecco, la nomina a Capitale della cultura sarebbe una nuova grande soddisfazione per tutti coloro che in questi anni hanno lavorato per il futuro della nostra terra. A questo punto chiedo nuovamente a tutti i consiglieri il loro aiuto: continuiamo a lavorare tutti insieme per sostenere Pieve di Soligo, l’unica candidata del Veneto: la sua storia, il suo patrimonio, la sua bellezza, il suo rapporto perfetto con l’ambiente che la circonda la rendono la candidata ideale per ricoprire questo ruolo così prestigioso. Da parte sua, la Regione del Veneto non farà mancare il suo appoggio fino all’ultimo giorno».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento