menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quartiere di Sant'Angelo soffocato dal traffico: il Comune modifica la viabilità

Il Consigliere comunale Davide Acampora interviene sull'annoso problema dello svincolo della Tangenziale dopo l'annuncio del Comune di cambiare la viabilità del quartiere

TREVISO Nella giornata di lunedi l'Amministrazione Comunale di Treviso, più precisamente l'assessore ai Lavori Pubblici Ofelio Michielan, ha indetto un incontro pubblico per parlare dei problemi inerenti alla viabilità del quartiere di Sant'Angelo, ormai sempre più al centro delle cronache locali a cusa di incidenti e problemi alla circolazione. "Personalmente - sbotta il consigliere comunale Davide Acampora - credo non sia normale che un'assemblea pubblica di quartiere si convochi alle ore 17 di un giorno lavorativo, in una sala di un palazzo del centro storico che oltretutto è difficilmente raggiungibile causa problemi di parcheggio e di zone a traffico limitato. Avrebbe avuto più senso organizzare l'incontro in una sala di quartiere ad un orario più consono e in un giorno più confacente con le esigenze della cittadinanza tenendo conto anche di chi lavora". 

"Premesso ciò - continua il consigliere di Fratelli d'Italia - credo che il problema del traffico in entrata nel quartiere di Sant'Angelo, dalla Tangenziale, non si risolva spostando o deviando il flusso delle auto da una parte o dall'altra del rione, perché in tutti i casi avremmo dei benefici per certuni e degli svantaggi per altri. Sicuramente l'impostazione attuale deve essere cambiata, perché non è possibile che il traffico sia incanalato tutto davanti a delle scuole. Tuttavia, durante l'assemblea si è parlato anche della possibilità di deviarlo in via Alberti e via Michelangelo, riorganizzando via Priamo Tron con un senso unico anche nel tratto finale, da via Cornelio Graziano fino a via Alberti, che attualmente risulta a doppio senso. Una soluzione del genere darebbe si respiro a via Graziano, evitando che le macchine passino davanti alle scuole Mantegna, ma sposterebbe il problema su un'altra zona creando non pochi disagi nell'ora di punta con problematiche derivanti anche dall'alta velocità".

"Immaginiamo infatti che il famigerato passaggio livello di via Cacciatori del Sile sia chiuso e che la colonna di automobili in attesa arrivi, come spesso capita, sino alla rotonda di via Sarpi dove c'è il sottopassaggio: se ci aggiungiamo anche il traffico proveniente dalla Tangenziale che viene deviato proprio in quel punto per gli automobilisti che volessero dirigersi a Canizzano/Quinto, ci troveremmo a fronteggiare un vero e proprio ingorgo degno di una metropoli che si rispetti". Acampora proprio non ci sta quindi con le decisioni della Giunta comunale e quindi rincara: "In conclusione, sono convinto che sia stato sbagliata 'a monte' la predisposizione dell'uscita/entrata in quel punto, che invece avrebbe dovuto essere molto più avanti, circa all'altezza dell'attuale intersezione della Tangenziale con strada Sant'Angelo dove ci sono i distributori di benzina. Inoltre, è cosa nota che l'attuale svincolo non sia omologato a norma. L'impatto che una strada a due corsie come una Tangenziale può avere sulle stradine di un quartiere periferico, oltretutto uno dei più vecchi della città, risulta molto forte. Qualcuno avrebbe dovuto pensarci prima. Mi rendo conto che è un problema per il quale bisogna pensare bene e riflettere, di certo non è facile capire qual è la cosa migliore da fare. Come consigliere comunale referente del quartiere di Sant'Angelo e Canizzano comunque resto a disposizione della cittadinanza per qualsiasi proposta, richiesta e istanza da portare avanti un consiglio". 

7631c911-1de0-4327-b231-52e8d2243961-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento