Elezioni regionali, Schiavon candidato al posto di Barbisan

I vertici del Carroccio trevigiano hanno scelto Cristian Schiavon per prendere il posto del consigliere leghista rimasto coinvolto nel caso del bonus Inps. Caner resta il primo candidato

Cristian Schiavon

Dopo l'uscita di scena di Riccardo Barbisan, la Lega trevigiana ha chiesto di poter indicare un sostituto, precisando che il capoluogo ha sempre avuto due candidati di sua espressione nella lista per le elezioni regionali che quest'anno si terranno il 20 e 21 settembre.

Per il Carroccio l'assessore regionale uscente Federico Caner resta il candidato principale ma, come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", sembra che la Lega abbia insistito per avere subito un secondo nome dopo l'auto-esclusione di Barbisan dalle liste a causa della vicenda legata ai bonus Inps da 600 euro. Due i nomi in ballo per la sostituzione di Barbisan: Cristian Schiavon e Marco Tonellato, segretario della sezione Treviso 1 e indicato come referente per l'intera città. La scelta, al termine della giornata di venerdì 14 agosto, è finita su Schiavon nonostante molti avrebbero preferito puntare su Caner come unico candidato invece di correre il rischio di disperdere voti con due candidati. Venerdì 14 agosto al K3, quartier generale della Lega trevigiana, si è discusso anche della terza lista, quella degli amministratori. Sono stati decisi i nomi dei nove prescelti: Domenico Presti, sindaco uscente di Arcade che per qualche ora è stato sul punto di entrare in lista Lega al posto di Barbisan prima che prevalesse la richiesta del secondo candidato trevigiano; il consigliere regionale uscente Pietro Dalla Libera; l'ex sindaco di Mogliano Giovanni Azzolini; Fiorenzo Fantinel di Santa Lucia di Piave; Valter Specia, espressione dei movimenti indipendentisti ma che hanno sposato la causa dell'autonomia. Le donne in corsa saranno: Tina Ruggeri, giornalista e addetta stampa di Ca' Sugana durante il primo mandato di Giancarlo Gentilini; Eleonora Rosso, assessore in carica di Villorba; Camilla Franco e Maria Pia Stefani, anche lei espressione del mondo indipendentista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento