menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, D’Incà: «Al Veneto oltre 6 milioni di euro per la didattica digitale integrata»

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento ha dichiarato che nella provincia di Treviso arriveranno 1.120.861 euro grazie al decreto 'Ristori’

«Ben 6 milioni e 200 mila euro per la didattica digitale integrata sono destinati alle scuole del Veneto: fondi stanziati dal decreto ‘Ristori’, approvato la scorsa settimana, per dare ancora una volta una risposta immediata da parte del Governo alle istituzioni scolastiche del Paese». Lo afferma Federico D’Incà, Ministro per i Rapporti con il Parlamento, in seguito alla ripartizione territoriale per la didattica digitale con i fondi messi a disposizione da decreto 'Ristori’ nel consiglio dei ministri dello scorso 27 ottobre. Per il Veneto, la somma è di 6.209.918 euro.

«A livello territoriale - osserva D’Incà - le scuole della provincia di Belluno riceveranno 331.217 euro; quelle della provincia di Padova 1.100.316 euro; nella provincia di Rovigo 313.724 euro; in quella di Treviso 1.120.861 euro; in quella di Venezia 1.040.832; nella provincia di Verona 1.126.768 euro e in quella di Vicenza 1.176.197 euro». «Queste risorse - prosegue D’Incà - permetteranno agli Istituti scolastici di acquistare dispositivi digitali e strumenti per le connessioni che saranno forniti in comodato d’uso alle studentesse e agli studenti meno abbienti. La distribuzione delle risorse è avvenuta secondo il numero degli alunni di ogni istituto e dell’indicatore ‘Ocse Escs’ che permette di individuare le scuole con un contesto di maggiore disagio socio economico e in cui sono meno diffuse le strumentazioni digitali». 

D’Incà ricorda che «in tutta Italia, il nuovo stanziamento è di 85 milioni di euro e permetterà di fare acquistare alle scuole, in base alle proprie necessità, oltre 200 mila nuovi dispositivi e oltre 100 mila connessioni. Si tratta di un ulteriore investimento per la scuola che, come ho ribadito in più occasioni e continueremo a ricordare, rappresenta un settore determinante per il nostro Paese. Ci troviamo in un periodo di difficoltà provocato dalla pandemia del Covid, ma abbiamo lavorato senza sosta per la sicurezza dei nostri studenti, garantendo, tra le varie misure, 11 milioni di mascherine al giorno per studenti, docenti e personale scolastico. Il Governo continuerà a investire per la formazione e per il futuro dei nostri ragazzi». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Picchiate e rapinate, l'imputato: «Mi hanno rubato in casa»

  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento