Politica Via Roma

Il TAR da ragione al Comune di Mogliano Veneto: niente sale slot vicino alle scuole

Il Sindaco Carola Arena: "Il Tar del Veneto ha confermato che a Mogliano non ci saranno sale scommesse nei centri abitati e non ci saranno così risarcimenti di danni"

MOGLIANO VENETO Il TAR ha respinto il ricorso della società che avrebbe voluto aprire una Sala Scommesse in via Roma. Il TAR del Veneto infatti, con la sentenza n. 01082/2016 sostiene la correttezza del regolamento redatto e approvato dal Comune di Mogliano Veneto, uno dei primi in Italia in materia, attraverso il quale si stabiliscono le distanze minime tra i siti definiti “sensibili” e i locali che prevedano giochi con vincite in denaro. Nello specifico per ciò che concerne il territorio moglianese sono possibili aperture in SPZ e in parte dell’ex SAPIM.

Siamo andati oltre le semplici ordinanze – commenta il Sindaco, Carola Arena – redigendo un regolamento assolutamente innovativo e solido, come dimostra la sentenza del TAR, da ogni punto di vista. Rispetto all’esito del ricorso, e addirittura alla richiesta danni, non abbiamo mai avuto dubbi. La giornata di martedì rappresenta un momento importante perché stabilisce con chiarezza come un Comune possa redigere un regolamento per proteggersi dalle aperture, in numero crescente, di sale giochi e scommesse e dalla proliferazione di videopoker”.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il TAR da ragione al Comune di Mogliano Veneto: niente sale slot vicino alle scuole

TrevisoToday è in caricamento