menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agricoltura in Veneto: Regione indennizza imprese per danni siccità del 2012

A liquidare le risorse regionali sarà Avepa, l'agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, incaricata di gestire dal punto di vista amministrativo, tecnico e contabile le pratiche di indennizzo

TREVISO Per i danni subiti dalle imprese agricole del Veneto nel 2012, a causa della siccità estiva, la Giunta regionale mette a disposizione 14 milioni di euro. Serviranno in via prioritaria per pagare gli interessi dei prestiti agevolati quinquennali, attivati tramite la Regione. A liquidare le risorse regionali sarà Avepa, l’agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, incaricata di gestire dal punto di vista amministrativo, tecnico e contabile le pratiche di indennizzo.

Per la prolungata assenza di piogge e i violenti stress termici che si sono verificati nel 2012 il Veneto aveva chiesto, e ottenuto, la declaratoria di eccezionale avversità atmosferica. Sono state 11.981 le richieste di indennizzo pervenute, per un totale complessivo di oltre 164 milioni di euro; 4948 imprese agricole avevano chiesto prestiti quinquennali agevolati per 111 milioni di euro.

Nel bilancio di previsione 2013 sono stati stanziati circa 11 milioni di euro, per i quali il “tavolo verde” di concertazione ha proposto l’impiego prioritario per i prestiti quinquennali, destinando la specifica assegnazione del fondo di solidarietà nazionale nonchè eventuali residui di precedenti assegnazioni, agli indennizzi diretti del danno. La Giunta regionale ha disposto di dare priorità, nelle liquidazioni, ai contributi in conto interesse per i prestiti quinquennali e di destinare i rimanenti 9,2 milioni al ristoro parziale del danno, che avrà pertanto un riconoscimento medio pari al 5-6 %.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento