rotate-mobile
Politica Silea

Sindaci manifestano a Silea, Zaia: "La pazienza del Nord è terminata"

Venti primi cittadini dei Comuni in provincia di Treviso si sono incontrati a Silea per protestare contro gli obblighi fiscali imposti dallo Stato alle amministrazioni locali

Sono circa una ventina i Sindaci della Marca che giovedì mattina si sono riuniti a Silea per manifestare contro la pressione fiscale, rappresentando circa 200 mila abitanti della provincia.

L’invito è partito dal primo cittadino di Silea Silvano Piazza, che ha nominato l’iniziativa “Chiuso per lutto cittadino”, volendo manifestare il dissenso e l’intolleranza da parte delle amministrazioni nei confronti degli obblighi imposti dallo Stato alla fiscalità locale.

Sono gli stessi sindaci che, in occasione del 2 giugno, faranno sventolare una bandiera bianca accanto a quella nazionale e terranno un nastro nero al braccio.

E a dare sostegno ai 20 sindaci di diverso colore politico della provincia di Treviso, seppur non presente alla manifestazione, anche il presidente della regione Veneto Luca Zaia: “La manifestazione di oggi è sacrosanta, mi auguro che diventerà la protesta di tutti i 581 sindaci del Veneto”.

“Se in tutto il Paese si applicassero i costi della Pubblica Amministrazione del Veneto, si risparmierebbero 30 miliardi di euro che potrebbero essere restituiti ai cittadini” continua Zaia.

Alla protesta erano presenti anche esponenti di associazioni di categoria dell’artigianato e dell’agricoltura.

“Spero che questa protesta diventi una force de frappe capace di far capire al governo e a Roma che la pazienza del Nord è terminata”, conclude Zaia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaci manifestano a Silea, Zaia: "La pazienza del Nord è terminata"

TrevisoToday è in caricamento