Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Lavoro, Stefania Barbieri (Consigliera di parità a Treviso): "Crisi delle nascite, serve cambiamento culturale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Treviso, 30 marzo 2017 - "C'è bisogno di un cambio culturale, della presa di coscienza che la maternità è una responsabilità sociale non solo delle singole neo-mamme ma di tutti; d'altronde non è un caso che le famiglie facciano fatica a decidere di ingrandirsi specialmente con atteggiamenti delle aziende come questi dove un bambino non è una notizia da festeggiare ma piuttosto, pare, un problema da gestire". A sottolinearlo la Consigliera di Parità della Provincia di Treviso in relazione alla vicenda della ditta che avrebbe preteso che una dipendente, futura mamma, devolvesse la sua indennità di maternità all'azienda per pagare la sua sostituta.

"La maternità - sottolinea Stefania Barbieri - deve essere affrontata insieme e valorizzata; la conciliazione dei tempi di cura e tempi di lavoro riguarda tutti e non solo le donne. Poi, fatti i dovuti distinguo, sono dell'opinione che chi sbaglia debba pagare. Secondo i dati elaborati dall'Istat e dalla Regione del Veneto è proprio la provincia di Treviso a soffrire di più il calo delle nascite: un - 20% nel 2015 deve dare da pensare e una cultura improntata su un mondo del lavoro che vive la famiglia come un problema è un problema serio a sua volta. Ci dovrebbe essere una maggiore sinergia tra impresa e Stato per sostenere le donne e le mamme in maniera particolare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Stefania Barbieri (Consigliera di parità a Treviso): "Crisi delle nascite, serve cambiamento culturale"

TrevisoToday è in caricamento