Lega Nord e diamanti: Piergiorgio Stiffoni querela Roberto Maroni

Il senatore trevigiano Piergiorgio Stiffoni ha sporto denuncia per diffamazione contro Roberto Maroni, che in un comizio a Marghera lo aveva accusato di aver usato i soldi della Lega per scopi personali

Dalle scaramucce a distanza si è passati alle denunce. La Lega delle ultime settimane è un mare in burrasca in cui i gli esponenti si offendono e querelano tra loro.

"Ho depositato presso la Caserma dei Carabinieri di Treviso in data odierna denuncia per diffamazione nei confronti della onorevole Roberto Maroni". A rivolgersi ai militari, sabato, è stato il senatore Piergiorgio Stiffoni, espulso nei giorni scorsi dalla Lega Nord.

"La Procura della Repubblica di Treviso - aggiunge - valuterà le gravissime affermazioni diffamatorie dell'onorevole Maroni dei giorni scorsi nei miei confronti. Ho amministrato il denaro del Gruppo in questi anni al Senato con responsabilità ed oculatezza", ha tenuto a precisare Stiffoni.

Le affermazioni a cui fa riferimento Stiffoni sono quelle fatte da Maroni ai giornalisti, a margine di un comizio a Marcon (Venezia) qualche giorno fa: "Lo sappiamo bene quali sono le responsabilità di Stiffoni, ce lo ha detto lui - ha dichiarato l'ex ministro - Uno che usa i soldi della Lega per scopi personali, per comprarsi i diamanti non può far parte della Lega".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento