Partito dei Veneti: Riccardo Szumski capolista a Treviso

Venerdì 24 luglio a Mestre la presentazione del "pacchetto di mischia" della formazione per l'autogoverno del Veneto. Il sindaco di Santa Lucia di Piave scende in campo

Riccardo Szumski

«Uniti. Un aggettivo che non si è mai potuto usare nei confronti delle molte anime e dei molti mondi dell'autonomismo e dell'indipendentismo veneto e che ora invece è una realtà. Forte e unito, così è il Partito dei Veneti che presenteremo venerdì alle ore 11.45 all'hotel Bologna di Mestre con una novità che è una conferma: anche il sindaco di Santa Lucia di Piave Riccardo Szumski è della partita e lo schieriamo in attacco: capolista a Treviso». Non trattiene la soddisfazione il candidato alla presidenza della Regione del Veneto Antonio Guadagnini, candidato governatore con il Partito dei Veneti, nell'annunciare che la squadra di coloro che credono nell'autogoverno del Veneto è al completo ed è pronta a presentarsi venerdì 24 luglio a Mestre.

«La scelta di candidarmi comunque deriva dalla necessità di dare il massimo apporto alla battaglia per le libertà - spiega il primo cittadino di Santa Lucia di Piave - da buon indipendentista ho sempre saputo che bisogna combattere soprattutto oggi, dove è ancora in corso, con il pretesto sanitario, una limitazione dei diritti dei cittadini: le libertà ed i diritti devono essere difesi ad oltranza. Ed anche in campo sanitario, dopo il terrore esageratamente diffuso per il Covid, bisogna sia  tutelare che  rasserenare i cittadini veneti. Io sono a disposizione. Vengo infatti dalla prima linea e non dai quartieri generali. Inoltre ringrazio i soci di Indipendenza Veneta che mi sono stati di supporto in questa scelta». Assieme a Guadagnini e Szumski venerdì a Mestre saranno presenti i protagonisti storici dell'autonomismo e dell'indipendentismo veneto. «Ma nelle liste ci sarà molto spazio per i giovani e saremo in grado di presentare le candidature già ben prima del 20 agosto - garantisce Guadagnini - c'è stato un grande lavoro di selezione e coinvolgimento di esponenti dei vari mondi che compongono la società veneta: presenteremo ai veneti una squadra credibile e che parla di futuro, tenendo ben presenti le nostre radici, determinati ad essere davvero quel partito territoriale che può cambiare in meglio, grazie all'autonomia che rimane il nostro obiettivo principale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento