«Il Terraglio Est non serve, bisogna liberalizzare l'A27»

Luigi Calesso di Coalizione Civica torna a dire la sua sulla questione del completamento del Terraglio Est e propone di rendere gratuita l'autostrada da Conegliano a Treviso sud

«Si poteva pensare che l’amministrazione leghista cittadina partecipasse a una riunione in cui Veneto Strade avrebbe spiegato che non ci sono i fondi per realizzare in trincea il passaggio del Terraglio Est nel quartiere di Sant'Antonino? Ovviamente no, perché per la Lega trevigiana, in particolare per l’assessore Zampese, è essenziale ridurre drasticamente l’impatto dell’opera sul quartiere, pena una sostanziosa emorragia di consensi, questione a cui i leghisti sono estremamente sensibili tanto da avere ripetutamente messo in discussione il completamento dell’opera nei decenni scorsi».

Con queste parole Luigi Calesso di Coalizione Civica è tornato sulla questione del Terraglio Est affermando che il proseguimento della strada fino al territorio comunale di Treviso "non serve ed è un’opzione superata, anacronistica". «Il tempo che è passato tra le prime stesure del progetto fino a oggi non fa che rafforzare le ragioni del No al proseguimento del Terraglio Est nel territorio cittadino e, in netta e concreta alternativa, della liberalizzazione fino a Treviso Sud della autostrada A27 che diventerebbe l'unica possibile "tangenziale Est" di Treviso - sostiene Calesso - E' ormai evidente a tutti che ogni nuova arteria stradale, più che drenare traffico da altre, ne crea di nuovo perché rende ancora più competitivo l'utilizzo dell'autoveicolo privato rispetto a quello dei mezzi di trasporto pubblici. Solo dei vantaggi di grandissima importanza per la qualità della vita dei cittadini possono compensare l'utilizzo di territorio e l'aumento di inquinamento che sono il presupposto e la conseguenza della realizzazione di una nuova arteria stradale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è questo il caso del tratto cittadino del Terraglio Est che spezzerebbe in due il quartiere di Sant'Antonino, aumenterebbe l'inquinamento atmosferico in una zona densamente abitata e creerebbe gravi problemi alla mobilità urbana della zona. La vera soluzione - conclude Calesso - è la liberalizzazione dell'A27 da Conegliano Sud a Treviso Sud, soluzione non impraticabile visto che l'autostrada è gratuita da Treviso Sud fino a Mestre ed oltre. Il problema vero è che ventennali amministrazioni leghiste in Città, Provincia e Regione non hanno mai preso seriamente in considerazione questa ipotesi né tantomeno hanno lavorato per concretizzarla. Non a caso, il primo confronto diretto tra Comune di Treviso e società Autostrade c’è stato durante l’amministrazione Manildo e in questa direzione è necessario proseguire. In ogni caso il futuro del nostro territorio non è cemento e asfalto, ma sostenibilità ambientale e mobilità alternativa all'autoveicolo privato: lo hanno capito quasi tutti, meno che i leghisti che predicano il ritorno al passato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento