rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Politica Castelfranco Veneto

Al via la terza edizione della scuola socio-politica dedicata ai giovani

Laura Puppato: "Il mondo è in mano ai giovani e il nostro compito è quello di aiutarli, fornendo contatti, spunti e strumenti con i quali realizzare i loro progetti"

Ebbene sì, si avvia il terzo anno! Sabato 9 ottobre a Castelfranco Veneto parte la terza edizione dell’Officina Socio-politica 2021 dedicata ai giovani, della quale, ancor più quest’anno, sono co-organizzatori e veri protagonisti. Prosegue dunque positivamente l’esperienza nata dalla collaborazione tra l’associazione Un’altra idea di mondo e VE.LA. - Veneto Laboratorio Civico con la condivisione e l’ospitalità, davvero uniche, delle Discepole del Vangelo di Castelfranco Veneto nella sede di Via Poisolo 34/B. Negli ultimi due anni siamo tutti stati costretti a rimanere “distanziati” gli uni dagli altri; anche per questo convintamente si è deciso di tornare a fare scuola in presenza, insieme e in sicurezza, per cogliere l’opportunità di sentirsi “vicini” nel trattare temi cruciali quali quelli scelti in questa edizione proprio dai giovani. E si è scelto come filo conduttore il tema dei diritti alla luce della Costituzione.

Proprio la Costituzione italiana, infatti, in questo ultimi due anni è stata spesso usata per giustificare questa o quella posizione, a volte persino per gridare alla dittatura e alla morte della democrazia… Il cammino che abbiamo impostato vuole invece valutare come le parole “pesate”, scritte nella Costituzione e che ci accompagnano da 75 anni, siano attuali e capaci di garantire i diritti individuali conciliandoli con quelli collettivi, presenti e futuri nel LAVORO, nell’AMBIENTE, nel SOCIALE ma anche verificare se gli strumenti esistenti, primo tra tutti proprio quell’insieme di diritti che ci hanno regalato le madri e i padri costituenti, risponda adeguatamente alle sfide di oggi e domani.

Nelle scorse edizioni i 150 giovani che hanno partecipato hanno potuto ascoltare e colloquiare con relatori straordinari, tra cui vari Ministri, diversi docenti e amministratori pubblici;” – spiegano Sonia, Matteo,Simone e Maddalena, i giovani responsabili della co-gestione dell’Officina Socio-Politica 2021 -“quest’anno si approfondirà il tema dei diritti e doveri individuali in una società che ha scoperto il rischio del contagio e, con questo, l’interdipendenza tra le persone. Ci siamo basati sulle nostre esperienze personali e, confrontandoci, abbiamo scoperto quanto il nostro approccio fosse vicino in relazione al tema dei diritti, in particolare negli ambiti del lavoro, dell’ambiente e del sociale. C’erano persone ed esperti che ci sarebbe piaciuto ascoltare e con i quali avremmo voluto discutere di questi temi: abbiamo portato le nostre idee nel gruppo degli organizzatori di Officina 2021 e, lavorando assieme, siamo riusciti a raggiungere proprio quegli esperti che ci incuriosivano.“

Quando abbiamo ascoltato le idee dei nostri giovani co-organizzatori” – affermano all’unisono Alfio PIOTTO presidente di Ve.La Veneto Laboratorio civico e Laura PUPPATO, presidente nazionale di Un’altra idea di mondo – “abbiamo capito che l’Officina aveva raggiunto il suo obiettivo: il mondo è in mano ai giovani che lo devono migliorare con il loro entusiasmo e la loro energia. Il nostro compito è quello di aiutarli, fornendo contatti, spunti e strumenti con i quali realizzare i loro progetti. E questo abbiamo fatto.

“Rimane fermo il format di lezioni frontali e LABORATORI FORMATIVI riservati ai giovani 16-35 declinati con un’interazione diretta tra ragazzi ed esperti” dice Alfio PIOTTO“e visto il prestigio e la competenza dei nostri relatori, tra i massimi esperti nazionali nei vari ambiti trattati” – aggiunge Laura Puppato – la partecipazione agli incontri darà diritto quest’anno anche ai crediti formativi, spendibili nel curriculum dello studente.”

Gli organizzatori ci tengono inoltre a sottolineare un aspetto:“la nostra Scuola si è fatta un certo nome e una certa reputazione, anche grazie alle numerose “gemmazioni” che sono nate in altri territori e da cui traiamo preziosi spunti; anche per questo motivo tutti i formatori e le formatrici di questa edizione, persone estremamente note, competenti e usualmente molto impegnate, hanno accettato con gioia l’invito di contribuire a formare la nuova classe dirigente, del tutto gratuitamente. Un dono di cui siamo loro grati”.

A margine di ogni incontro vi sarà quest’anno la novità di un’esperienza diretta raccontata in pochi minuti, per rendere ancora più completa la trattazione dell'argomento e dare spunti formativi e di riflessione.

Il titolo generale della Scuola rimarrà VERSO QUALE SOCIETA’ mentre il focus di questa edizione è: “DIRITTI AL FUTURO: a che punto siamo?”

A questa domanda si proverà a rispondere con 4 appuntamenti in 4 sabati alternati, nel periodo tra il 9 ottobre e il 20 novembre 2021: 4 incontri con esperti nazionali  per valutare il corpus dei diritti e doveri contenuti nella nostra Carta Costituzionale confrontati con la realtà presente e con il futuro che si prospetta nel lavoro, nel sociale, nella giustizia ambientale. L’Officina ospiterà relatori di primo rilievo a livello nazionale e internazionale: inizierà la sessione il 9 Ottobre la già due volte Ministra e Presidente della Commissione affari costituzionali, sen. Anna Finocchiaro assieme alla Storica già Direttrice Istresco dott.ssa Irene Bolzon, la loro trattazione verterà sul tema generale dei diritti e doveri oggi e nella Costituzione con una “pillola” finale dell’intervista di Biagi alla Madre Costituente Lina Merlin.

Il 23 Ottobre parleranno di diritti nel lavoro il dott. Giuseppe Berti che vanta un incredibile curriculum ai vertici delle più innovative e rilevanti aziende italiane, oggi Dirigente in un’azienda trevigiana e trustee FAAC, insieme all’avvocata che collabora con le università di Trento e di Verona Sabrina Bellumat; infine ascolteremo l’esperienza di una giovanissima italiana all’estero l’International Media Manager Caterina Andolfato. Si continuerà il 6 Novembre con il tema dei diritti umani, guardando avanti e…intorno grazie alla competenza degli avv.ti Francesca Carraro dell’associazione Sulle regole e Igor Brunello, socio ASGI e CAIT ma ancheall’esperienza di Annachiara Sarto - direttrice di Protection4Kids.

Infine l’ambiente e la giustizia climatica saranno al centro dell’ultimo appuntamento del 20 Novembre con tre figure di grande valore individuale per storia e competenza, il Ricercatore dell’Ist. di Scienze Polari CNR Matteo Feltracco, il dott. Gianfranco Bologna Pres. Comunità scientifica Wwf Italia e membro comitato presso Ministero Transizione Ecologica con una “pillola” finale che ci sarà dedicata da padre Enzo Fortunato,giornalista e direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi.

Gli interventi frontali saranno aperti a tutti senza limiti di età, mentre i laboratori saranno riservati ai giovani sotto i 35 anni. Per ragioni di sicurezza la partecipazione in presenza sarà garantita in via prioritaria ai giovani e solo previa iscrizione: coloro che non dovessero trovare posto in presenza potranno comunque partecipare da remoto attraverso una piattaforma apposita che sarà predisposta dall’organizzazione. Come lo scorso anno sarà possibile chiedere di partecipare al singolo evento, compatibilmente con la capienza della sala e la priorità agli iscritti prenotati per l’intera durata della Scuola. Le iscrizioni (obbligatorie per partecipare in presenza) rimarranno aperte per tutta la durata della Scuola e saranno possibili tramite la pagina Facebook OfficinaSociopoliticaGiovani e la piattaforma Eventbrite. Per informazioni, oltre a seguire i social network dell’Officina, si potrà scrivere alla mail officinapoliticagiovani@gmail.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la terza edizione della scuola socio-politica dedicata ai giovani

TrevisoToday è in caricamento