menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Oltre i selfie e la propaganda, questi sono gli effetti reali del Governo a trazione leghista"

Andrea Zanoni commenta lo stop fino al 2020 del Bando Periferie inserito con un emendamento al Decreto Milleproroghe approvato al Senato

TREVISO “Il rinvio del Bando periferie è una mazzata per Treviso. Ci sono interventi per quasi 14 milioni che saranno bloccati: impianti sportivi, piste ciclabili, parchi. L’approssimazione di questa maggioranza è davvero sconcertante, ecco l’occhio di riguardo per i territori”. Andrea Zanoni commenta lo stop fino al 2020 del Bando Periferie inserito con un emendamento al Decreto Milleproroghe approvato al Senato. “Molti Comuni hanno già impegnato quelle risorse, finanziando e avviando progetti di riqualificazione. Spostare tutto di due anni significa paralizzare qualsiasi intervento, col rischio di provocare anche un danno erariale. Finché si tratta di farsi selfie e facile propaganda sulla pelle dei più deboli viene tutto facile, poi quando c’è da agire in concreto ecco i risultati, con un mix di arroganza e incompetenza. Mi auguro che alla Camera si rimedi a una stortura assurda. Zaia alzi la voce nei confronti dei parlamentari eletti in Veneto e lo stesso faccia il sindaco Conte con la numerosa pattuglia di deputati e senatori trevigiani. Non possono esserci due versioni della Lega, una che a Roma firma e taglia le risorse, una sul territorio che subisce in silenzio queste decisioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento