rotate-mobile
Politica

Cancellazione della Granfondo Pinarello, De Nardi: «Giornata triste»

Il candidato del centro-sinistra alle prossime elezioni comunali a Treviso, ha commentanto oggi, 2 aprile, la notizia secondo cui la tradizionale Granfondo Pinarello in programma da 25 anni nel mese di luglio non avrà luogo

«Giornata triste per le migliaia di appassionati di bicicletta, amatori e cicloturisti». Così Giorgio De Nordi, candidato del centro-sinistra alle prossime elezioni comunali a Treviso, ha commentanto oggi, 2 aprile, la notizia secondo cui la tradizionale Granfondo Pinarello in programma da 25 anni nel mese di luglio non avrà luogo. «Era una occasione .- doice - per le tantissime associazioni ciclistiche della Marca di ritrovarsi a pedalare insieme, oltre che un evento di richiamo nazionale e internazionale. Ma ancora più triste la reazione dell’amministrazione comunale, secondo cui Ca' Sugana non avrebbe il diritto di esprimere alcun giudizio. Noi pensiamo che, all’opposto, una amministrazione abbia invece il dovere di esprimere il proprio interesse e coinvolgimento in queste manifestazioni, non presenziando allo start e cogliendo l’occasione delle photoopportunities con qualche campione del passato, ma costruendo le condizioni e coordinando le forze e le risorse del territorio perché queste manifestazioni si realizzino e coinvolgano il maggior numero di sportivi». 

«Chiediamo all’amministrazione  - ha proseguito De Nardi - di incontrare la proprietà del marchio della Granfondo per verificare se esiste ancora uno spazio per mantenerla in calendario: si doveva fare prima ovviamente, per avere la possibilità di mettere in cantiere, insieme alle associazioni ciclistiche amatoriali, una alternativa. Anche la Treviso Marathon è stata cancellata: è un destino irreversibileperdere queste occasioni, che integrano sport, turismo e promozione della città e del suo territorio? Noi pensiamo che si possa fare molto di più, e per farlo è necessario che il Comune di Treviso sostenga in tutti i modi le associazioni sportive dellacittà e grazie a questo coordinamento possa svilupparsi a Treviso una competenza organizzativa per grandi manifestazioni che facciano volare Treviso verso la reputazione che si merita in Italia e all’estero».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cancellazione della Granfondo Pinarello, De Nardi: «Giornata triste»

TrevisoToday è in caricamento