rotate-mobile
Politica

25 aprile e revisionismo: «Conte prenda le distanze da Fratelli d'Italia»

La proposta di Maurizio Mestriner, candidato sindaco del M5S e di Unione Popolare

«Dopo 78 anni dalla fine della guerra e della dittatura fascista oggi, noi del M5S a Treviso urliamo il nostro NO – dichiara Maurizio Mestriner, candidato sindaco M5S - a polemiche strumentali e auspichiamo che tutti si riconoscano nella Festa della Liberazione. Saremo in piazza per affermare il principio del rifiuto a qualsiasi aggressione o repressione violenta, in tutte le sue forme, e ad un revisionismo storico per difendere i principi costituzionali sui quali si fonda la nostra democrazia. Oggi la nostra Resistenza a queste forme di rinascita o resurrezione, talvolta velate di snobismo ai valori della libertà che lo stesso fascismo negò e perseguitò, - prosegue Mestriner - deve essere l’incoraggiamento per alimentare la memoria e non l’adombrare di taluni anche al Governo nazionale e forse locale».

«Il sindaco uscente di Treviso Conte abbia il coraggio adesso – aggiunge Mestriner - di prendere ufficialmente le distanze dai suoi colleghi di coalizione di Fratelli d’Italia e chiedere pubblicamente loro di firmare un documento in cui si dichiarano antifascisti o le parole di Lollobrigida sulla “sostituzione etnica” potrebbero essere condivise da qualche loro candidato in lista a Treviso. Treviso rispetta il 25 aprile, rispetta la Liberazione e la democrazia e il M5S ne sarà il difensore ad oltranza. Giù le maschere prima delle elezioni, - conclude Mestriner - bando alle ciancie ed al consenso elettorale a tutti i costi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 aprile e revisionismo: «Conte prenda le distanze da Fratelli d'Italia»

TrevisoToday è in caricamento