rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica

Bando alloggi popolari, De Nardi a Conte: «Serve una proroga alla scadenza»

Il candidato sindaco di Pd e civiche scrive una lettera aperta al primo cittadino chiedendo 60 giorni di proroga alla scadenza del bando: «Troppe persone potrebbero non riuscire a presentare la domanda in tempo»

Egregio Signor Sindaco,

mi rivolgo a Lei pubblicamente perché in questi giorni ho ricevuto numerose sollecitazioni rispetto alla scadenza per l’assegnazione degli alloggi popolari da parte del Comune: troppe persone potrebbero non riuscire a presentare la domanda in tempo. Intervengo, quindi, sulla questione per “rappresentare” la sensibilità di tanti cittadini e cittadine che ho incontrato e di coloro che sostengono la mia candidatura a Sindaco di Treviso Ad oggi la scadenza prevista è il 1° marzo 2023; c’è il rischio, molto concreto, che tante persone non riescano a ottenere in tempo la dichiarazione ISEE, indispensabile per presentare la richiesta di assegnazione degli alloggi popolari. Ciò è determinato dal sovraccarico di lavoro in cui si trovano sempre, nei primi mesi dell’anno, le strutture
incaricate di rilasciare l’ISEE. Difficilmente, senza una proroga dei termini, si può risolvere la situazione. Chi ha più bisogno di un alloggio popolare spesso si trova in disagio economico e senza strumenti di informazione; ciò porta a cronici ritardi nella presentazione delle domande che, combinati con la lentezza del rilascio dell’ISEE, fa sì che proprio chi ne ha più bisogno rischi di stare fuori. Prorogare la scadenza del bando è, quindi, uno strumento di inclusione. Il tempo è un fattore che può diventare discriminante: un periodo più lungo a disposizione significa dare più opportunità proprio a coloro che hanno maggiore necessità di accedervi. Le chiedo, quindi, di valutare la possibilità di una proroga di 60 giorni per fare uno sforzo in più di apertura, di accoglienza, di inclusione e di solidarietà. Più sarà tempestivo il Suo intervento maggiori saranno le possibilità che non ci siano persone che si “autoescludono” dall’accesso alla graduatoria. La ringrazio per l’attenzione e rimango in attesa di una Sua cortese risposta.

In fede
Giorgio De Nardi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando alloggi popolari, De Nardi a Conte: «Serve una proroga alla scadenza»

TrevisoToday è in caricamento