Lunedì, 22 Luglio 2024

La nuova Giunta: al bilancio Barbisan, per Fratelli d'Italia Sernagiotto e Vettoretti

Nella squadra alla guida di Ca' Sugana confermati come previsto Manera (vicesindaco), De Checchi (urbanistica), Zampese (lavori pubblici) e Tessarolo (sociale). Dal primo gennaio 2024 un assessorato sarà assegnato ad una donna, con un ruolo tecnico, che sarà scelta da una rosa tra cinque nomi

Conferme, novità e sorprese. «Un mix tra continuità, premialità, meritocrazia e condivisione di obiettivi con le liste»: così è stata definita dal sindaco Conte la nuova Giunta che riparte dallo zoccolo duro della squadra che ha amministrato la città nel primo mandato. Come previsto il ruolo di vicesindaco è andato al più votato nella tornata delle comunali, Alessandro Manera mentre restano nella squadra Sandro Zampese (lavori pubblici), Gloria Tessarolo (politiche sociali) e Andrea De Checchi (urbanistica). Riccardo Barbisan, tra i più votati due settimane fa, andrà a ricoprire il delicato ruolo di assessore al Bilancio, incarico che è stato di un professionista stimato e preparato come Christian Schiavon. Il suo è il vero nome eccellente tra quelli sacrificati nella composizione della nuova Giunta. Oltre a lui non sono stati riconfermati gli assessori Silvia Nizzetto, Linda Tassinari e Lavinia Colonna Preti.

A Fratelli d'Italia, alleato con cui la Lega cittadina è dovuta scendere a patti, assegnati due assessorati, dal peso relativo: a Gloria Sernagiotto affidate le politiche giovanili (uno degli "spacchettamenti" di deleghe previsti da Conte) mentre a Rosanna Vettoretti, vera e propria sorpresa nella squadra di Conte (in passato è stata giornalista per l'emittente Eden Tv), la delega alle attività produttive. Gli assessori presentati sono sette, quattro uomini e tre donne ma Mario Conte (che manterrà per sè le deleghe a sicurezza, città universitaria, comunicazione e grandi eventi) si è riservato la nomina di un altro assessore che si siederà in Giunta solo a inizio gennaio 2023. Si tratta di una donna, da scegliere entro fine dicembre tra una rosa di almeno cinque nomi, non appartenenti ai partiti: un tecnico, un "civico puro" che andrà a occuparsi di tematiche specifiche che spazieranno dalla cultura, alla mobilità sostenibile, piuttosto che sport o energie rinnovabili.

Prossimo step è ora il consiglio comunale, fissato per il prossimo 6 maggio: resta da nominare infatti il presidente del consiglio, ultimo tassello del puzzle. In quella sede saranno assegnate anche alcune deleghe specifiche, per una serie di tematiche, ad alcuni consiglieri comunali. Una di queste sarà dedicata ai rapporti con le istituzioni, che sarà riservata a Giancarlo Inannicelli. «E' una forma di ringraziamento, stima e affetto. E' stato tra i primi a credere nella mia figura»: ha detto il sindaco.

Da parte sua Conte si è appellato agli altri componenti della Giunta, lanciando un altolà: «Siamo chiamati a dare risposte al partito dei trevigiani che ci ha promosso a pieni voti, dar risposte a chi ci ha votato ma anche chi non ci ha votato. Io sono il sindaco di tutti i trevigiani. La politica deve restare fuori dal palazzo, chi vuol farla deve farla fuori: gli obiettivi da raggiungere sono esclusivamente per il bene della nostra città e dei nostri cittadini». Le prima tematiche da affrontare? «Partiremo subito con dei centri di ascolto per gli anziani, poi i tanti cantieri, in primis il più grande progetto di rigenerazione urbana che è la caserma Salsa».

Le assessore Gloria Sernagiotto e Rosanna Vettoretti

I nomi e le deleghe

Mario Conte (Sindaco): Polizia Locale e sicurezza, Protezione Civile, Città Universitaria, Comunicazione, Grandi Eventi, Beni Culturali, Marketing territoriale e Turismo

Alessandro Manera (Vicesindaco): Assessore alla Qualità della Vita, Sostenibilità ambientale e Innovazione digitale (Ambiente e Verde Pubblico, Tutela degli Animali, Digitalizzazione, Sistemi Informatici e Telecomunicazioni, Next Generation EU, Sport e politiche per la salute della persona)

Gloria Tessarolo: Assessore alla Città Solidale e Inclusiva, Famiglia e Disabilità (Servizi alla persona, Pari Opportunità, Casa, Sostenibilità e Inclusione Sociale, Contrasto alla Povertà, Integrazione)

Riccardo Barbisan: Assessore alle Risorse Finanziarie, Tributi, Bilancio e Patrimonio (Politiche economiche, tributarie e patrimoniali comunali, valorizzazione degli immobili comunali, Società partecipate)

Sandro Zampese: Assessore alle Opere Pubbliche (Lavori Pubblici, Infrastrutture, Manutenzione degli immobili comunali, Rigenerazione urbana, Servizi Cimiteriali, Rapporti con i quartieri)

Rosanna Vettoretti: Assessore alla Città Produttiva (Sviluppo economico, Commercio e Artigianato, Valorizzazione dei mercati cittadini)

Andrea De Checchi: Assessore all’Urbanistica e alla Città dei Servizi (Politiche per l’urbanistica e la coesione territoriale, edilizia privata, Personale, Avvocatura, Appalti e Contratti, Affari generali e istituzionali, Mobilità e viabilità)

Gloria Sernagiotto: Assessore alle Politiche Educative, Giovanili e Pubblica Istruzione (Scuola, Progetto Giovani, Sviluppo e gestione dei centri civici, Servizi Demografici, Elettorali e Statistici, Riorganizzazione dei Plessi Scolastici)

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento