Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica

Questione abitativa, le proposte del Pd

Su stimolo del proprio gruppo di lavoro sulle politiche abitative, sono state presentate oggi, 24 giugno, due interventi in consigli comunale: una interrogazione relativa al Bando ERP 2023 e una mozione per chiedere l’azzeramento dell’IMU per gli immobili sfitti di proprietà Ater

Il Partito Democratico di Treviso mette la questione abitativa al centro della propria azione politica. E per fare questo che, su stimolo del proprio gruppo di lavoro sulle politiche abitative, sono state presentate oggi, 24 giugno, due interventi in consigli comunale: una interrogazione relativa al Bando ERP 2023 e una mozione per chiedere l’azzeramento dell’IMU per gli immobili sfitti di proprietà Ater. Alla  presentazione erano presenti i consiglieri comunali Marco Zabai, Stefano Pelloni, Antonella Tocchetto e il Segretario del Circolo Pd Centro Andrea Nilandi.

Marco Zabai ha detto che "per il Pd la Casa è un diritto fondamentale. Con queste due iniziative diamo il via ad una campagna su questo tema che vuole rispondere sia all’emergenza abitativa di chi si rivolge all’Edilizia Residenziale Pubblica che alle difficoltà più generali di chi non ha i mezzi per muoversi in un mercato immobiliare sempre più inaccessibile. Cominciamo dal Bando ERP perché vogliamo chiarezza e risposte certe: quando verrà pubblicata la graduatoria, quando partiranno le assegnazioni, di quanti alloggi parliamo, quanti potrebbero essere locati ma rimangono sfitti e che costi servirebbero per riattarli. Infine, si chiede che tipo di azioni voglia introdurre la giunta per dare alla città un piano ad hoc sull’emergenza abitativa”.

L’interrogazione incalza poi la giunta sulla problematica delle spese condominiali per gli alloggi ERP. Antonella Tocchetto ha aggiunto che "ci troviamo di fronte a casi in cui le spese condominiali arrivano ad essere di migliaia di euro all’anno, ben superiori agli affitti richiesti per gli inquilini, in un cortocircuito che crea morosità incolpevoli senza che si prendano azioni per prevenirlo e venire incontro alle famiglie. Ricordiamo che spesso gli immobili sono vecchi e molto energivori. Vogliamo che il Comune dia risposte.”

Stefano Pelloni ha illustrato la mozione sull’azzeramento dell’IMU per gli immobili sfitti di Ater: “Con questa mozione chiediamo l’azzeramento nel prossimo bilancio di previsione dell’aliquota relativa all’Imposta Municipale Unica (IMU) per gli alloggi sociali di proprietà di Ater ad oggi non locati, in quanto bisognosi di manutenzione, siti nel Comune di Treviso, e non assimilabili ad abitazione principale, affinché le risorse liberate siano reinvestite da Ater per rimettere in disponibilità ulteriori alloggi per i cittadini in difficoltà. Una mozione analoga è già stata presentata dal Partito Democratico a Mogliano Veneto ed approvata all’unanimità, anche con i voti del centrodestra. Speriamo che anche Treviso possa seguire lo stesso esempio.”

Andrea Nilandi ha espresso gli obiettivi del gruppo politiche abitative del Pd: “Il Partito Democratico con queste iniziative dimostra la propria idea di città, che deve essere inclusiva e non esclusiva. Il Bando ERP ci dice che quasi mille nostri concittadini sono in emergenza abitativa. Come possiamo pensare di non dare risposte rispetto a questo? Come possiamo pensare che un mercato rivolto solo ai benestanti possa essere sostenibile a Treviso? Noi vogliamo essere dalla parte di chi giustamente ha bisogno di una casa ma che non ha i mezzi per potersela permettere.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questione abitativa, le proposte del Pd
TrevisoToday è in caricamento