menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basta supermercati in città: sono già il 50% in più della media nazionale

L'intervento di Gigi Calesso, Coalizione Civica per Treviso

Servono altri supermercati in città? Sembrerebbe proprio di no, almeno a giudicare dal rapporto tra il loro numero e la popolazione e confrontando con la media nazionale e quella veneta. In città sono aperti in questo momento 30 supermercati (superfici commerciali superiori ai 400 metri con vendita di generi alimentari, prevalente o meno), come si può  notare dalla allegata scheda con elenco e localizzazione. A fronte di una popolazione cittadina di 85.456 abitanti al 31 dicembre 2019 a Treviso c’è un supermercato ogni 2.757 residenti. A livello nazionale c’è un esercizio commerciale dello stesso tipo ogni 4.196 abitanti e in Veneto ogni 3.762 abitanti.

I dati sui punti vendita a livello nazionale e regionale al 31 dicembre 2019 sono facilmente reperibili sul sito di Federdistribuzione alla pagina https://www.federdistribuzione.it/mappa-distributiva/ E’ evidente, quindi, che la presenza di supermercati in città è superiore del 47% rispetto alla media nazionale e del 32% rispetto a quella veneta. In altre parole, se il rapporto tra supermercati e residenti nella nostra città fosse pari a quello nazionale, a Treviso ci dovrebbero essere 20 supermercati e non 30. La valutazione, tra l’altro,  non tiene conto  di una serie di punti vendita, alcuni anche di recente apertura, che si trovano nei comuni limitrofi a poche centinaia di metri dai confini cittadini (il nuovo supermercato all’ex-Metalcrom, l’Aldi in viale della Repubblica, l’IN’s a Sant’Artemio…).

E non mancano neppure le previsioni di nuove aperture nel territorio cittadino, a cominciare da quella dell’Alì all’ex-Marazzato, probabilmente quella a Santa Maria del Sile, forse quella di fronte a “Pino” in viale della Repubblica. Ma l’esame della localizzazione dei supermercati permette di arrivare a un’altra constatazione: la loro distribuzione sul territorio comunale non è omogenea, tendono a concentrarsi nei quartieri immediatamente esterni alle mura e nella zona tra Fiera e Sant’Antonino. Altre zone, invece, da Canizzano a San Giuseppe, da San Poalo, San liberale, Monigo a vaste zone di Santa Bona e San Pelaio non dispongono di supermercati. Tra l’altro, le nuove aperture (da quella prossima a Santa Maria del Sile a quella possibile in viale della Repubblica) tendono a concentrarsi in zone già servite che garantiscono la presenza di una elevata concentrazione di residenti, mentre quartieri limitrofi (Canizzano rispetto a Santa Maria del Sile, ad esempio) continuano a rimanere “scoperti”.

Insomma, non solo abbiamo molti più supermercati della media nazionale ma il loro proliferare non sembra rispondere all’esigenza di “servire” le zone del territorio in cui manca questo tipo di servizio ma a logiche, legittime sia ben chiaro, di concorrenza tra le catene della grande distribuzione che tendono, evidentemente, più a contendersi le fette più appetibili del mercato che a “rischiare” aprendo in zone meno popolose. Insomma, non solo le aperture di nuovi supermercati significano il consumo di centinaia o migliaia di metri quadrati di suolo ma non sembrano rispondere alla esigenza di migliorare la qualità della vita dei cittadini rendendo maggiormente accessibili a tutti i servizi essenziali. E’ anche per questo motivo che nella variante al Piano degli Interventi vorrei trovare la scelta coraggiosa del Sindaco di misure contro l’ulteriore diffusione di supermercati in città, una scelta che sarebbe coerente con le sue dichiarazioni (che sono sempre state di questo segno) e in totale controtendenza rispetto alle scelte finora compiute dalla sua amministrazione che ah aumentato di quasi 9.000 metri quadrati le superficie edificabili a uso commerciale.

Elenco e localizzazione dei supermercati nel territorio comunale di Treviso.
1) Pam, via Zorzetto
2) Conad, via Risorgimento
3) Despar, Borgo Cavalli
4) IN’s, Borgo Cavalli
5) NaturaSì, viale Cadorna
6) Cadoro, viale Monfenera
7) Despar, via Montello
8) Coop, via Piave
9) Biosapori, via del Mozzato
10) IN’s via Venier
11) Panorama, viale della Repubblica
12) Alì, via Di Fulvio
13) Visotto, viale Michelangelo
14) Conad, via Ghirada
15) Cadoro, via Cal di Breda
16) Lidl, via Vicinale delle Corti
17) Conad, viale IV novembre
18) Dpiù, viale IV novembre
19) Coop, via da Milano
20) Lidl. Via Postumia
21) Cadoro, via Postumia
22) Alì, via Don Milani
23) Sole market, via Sant’Antonino
24) Eurospin, via Sant’Antonino
25) Famila, via Sant’Antonino
26) Sole Market, via Santa Bona Nuova
27) IperLando, via Feltrina
28) Prix via Castellana
29) Spak, via San Pelaio
30) Mega, via Noalese

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento