rotate-mobile
Politica

Terremoto Pd a Treviso: Rocco, Grigoletto e Pezzato nel Terzo polo

Ieri, 24 novembre, giornata trevigiana per il leader Carlo Calenda che ha sancito la nascita del nuovo gruppo consiliare e ha salutato il sindaco Mario Conte. Dialogo aperto in vista delle prossime elezioni comunali. I dem restano con Pelloni, Tocchetto, Pizzolato e Nieri. Presente anche il candidato in pectore del centrosinistra, Giorgio De Nardi

«Da oggi il Terzo polo sarà rappresentato anche nel Consiglio comunale di Treviso. Buon lavoro a Fabio Pezzato, Roberto Grigoletto e in bocca al lupo al capogruppo Niccolò Rocco. Per una politica pragmatica, moderata nei valori e radicale nell’azione». Così il leader Carlo Calenda ha scritto ieri sulla sua pagina Facebook per sancire quanto era ormai nell'aria da tempo: Pezzato da tempo era entrato in Azione mentre fa certamente più rumore l'uscita dal Pd di Rocco (che della nuova entità sarà capogruppo in consiglio comunale) e Grigoletto (ex vicesindaco nel mandato del centrosinistra, con il sindaco Giovanni Manildo). I dem sono attualmente rappresentati in consiglio comunale dai consiglieri Roberto Pizzolato, Michela Nieri, Antonella Tocchetto e Stefano Pelloni.

Ieri, 24 novembre, al museo Bailo di Treviso, per la presentazione del nuovo libro di Carlo Calenda, erano presenti anche il sindaco Mario Conte, per un saluto ufficiale, e il candidato in pectore del centrosinistra, Giorgio De Nardi (accompagnato da Franco Rosi, consigliere di Treviso civica), che ancora non ha rotto il silenzio che sta accompagnando queste settimane in cui sono comparsi i primi rumors sulla sua possibile designazione. Calenda, affiancato da Ettore Rosato (presidente di Italia Viva, l'altra anima del terzo polo), non ha chiuso al dialogo con il sindaco Conte in vista delle prossime elezioni comunali («Chi ha governato bene avrà un'interlocuzione privilegiata con noi. E Treviso è una città governata bene»: ha detto Calenda) che aldilà del consenso personale, rappresentando una grande incognita per l'attuale primo cittadino. «L'alleanza con Conte è possibile, ci ragioneremo, ascoltando il territorio»: ha spiegato a chiare lettere il leader del Terzo Polo.

Terzo polo è stata l'autentica sorpresa delle elezioni politiche del settembre scorso, impossibile non tenerne conto: a Treviso ha conquistato, a sorpresa, il 13% dei voti, più della Lega che deve ancora affrontare la stagione dei congressi, con tutte le conseguenze del caso. La compagine di Calenda potrebbe scegliere anche di correre in solitaria nel capoluogo della Marca ma appare più probabile un avvicinamento al centrodestra che a sinistra dove il Pd si trova sempre più isolato, senza la componente centrista e con un M5S che in provincia di Treviso ha un peso relativo, al netto del risultato, solo indicativo, delle elezioni politiche.

calenda

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Pd a Treviso: Rocco, Grigoletto e Pezzato nel Terzo polo

TrevisoToday è in caricamento