rotate-mobile
Politica Centro / Via del Municipio, 10

Comunali 2023, De Nardi: «A Treviso aria cancerogena, serve svolta ambientale»

Sabato 1 aprile il candidato sindaco del centrosinistra a Treviso ha dato il via al ciclo di incontri "Ne parliamo con...". Presenti i consiglieri regionali Andrea Zanoni e Arturo Lorenzoni

Sabato 1 aprile la sede elettorale del candidato sindaco Giorgio De Nardi, ha ospitato il primo degli incontri "Ne parliamo con..." dedicati a cosa il prossimo sindaco di Treviso dovrebbe realizzare riguardo l'ambiente.

Treviso vola nel verde-1-2

Insieme a De Nardi, canidato sindaco della coalzione di centrosinistra, erano presenti: Arturo Lorenzoni, consigliere regione e docente di Economia ambientale all’Università di Padova, Andrea Zanoni consigliere e membro della Commissione Ambiente in Regione. «L'aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, i rumori che sentiamo, tutto il territorio che ci ospita, stanno giorno per giorno degradando e portandoci sempre più lontani dalla nostra vita naturale - ha detto De Nardi -. A Treviso si respira un’aria fortemente inquinata e cancerogena (tra le 8 peggiori città in Italia) e si vive in un territorio sempre più cementificato. Siamo per una grande svolta ambientalista da iniziare immediatamente, ponendo la natura e le persone al centro di una città che dev’essere ripensata per gli uomini e non più per le automobili. L'Europa con il Pnrr ci ha indicato la strada della transizione Green e Digitale con massicci finanziamenti a fronte di concreti impegni nelle riforme e nei progetti per ottenere risultati tangibili. Un'occasione imperdibile - aggiunge De Nardi -: il 2026 si avvicina a grandi falcate e ci rimangono solo tre anni. Visto che il Comune di Treviso è riuscito a investire e mettere a terra sinora solo una parte trascurabile dei fondi europei disponibili, questi dovranno essere sviluppati e indirizzati a scopi pratici di sicuro e veloce realizzo attivando cittadini, associazioni e imprese con l’obiettivo di favorire: l’energia rinnovabile autoprodotta e le comunità energetiche, l’aggiornamento tecnologico delle abitazioni e del consumo energetico, la mobilità sostenibile, ciclopedonale e pubblica, la transizione elettrica dei trasporti, l'aumento della superficie verde in centro e nei quartieri (macro e microaree verdi), la salvaguardia del nostro patrimonio di acque sorgive e di falda e la riduzione delle emissioni sonore. Il nostro appello si rivolge a tutti i cittadini: non c'è più tempo da perdere».

Treviso vola nel verde-2-2-2

I prossimi incontri 

Venerdì 7 aprile: "Treviso vola in bici"
Sabato 8 aprile: "Treviso vola insieme"
Sabato 15 aprile: "Treviso vola giovane"
Sabato 22 aprile: "Treviso vola oltre le Mura"
Sabato 29 aprile: "Treviso vola con la scuola" 
Sabato 6 maggio: "A Treviso vola il bene stare"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2023, De Nardi: «A Treviso aria cancerogena, serve svolta ambientale»

TrevisoToday è in caricamento