rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Politica Monigo / Strada Feltrina, 41

Comunali 2023, Ugo Moro si candida a sindaco per il Partito Comunista

Sabato la presentazione del candidato a Treviso. Nel programma elettorale il progetto "Grande Treviso" per la fusione tra i comuni dell'hinterland, sanità, trasporti pubblici ed istruzione

Il Partito Comunista Italiano sarà presente alle prossime elezioni comunali di Treviso con il candidato Ugo Moro, dirigente Nazionale del Pci e architetto di professione. Sabato 18 marzo la presentazione ufficiale.

Il programma elettorale ha come punto cardine il lancio del progetto "Grande Treviso" che punta a coinvolgere tutti i comuni dell'hinterland trevigiano per creare una nuova macro-area in grado di competere nelle scelte economiche che contano nel mercato regionale e globale. La proposta del Pci è quella di una vera e propria fusione tra comuni. L’obiettivo è dar luogo ad una città di almeno 250/300mila persone che possa effettivamente creare, sia una dinamica interna con progetti più ambiziosi ed efficienti (abbattendo anche le conflittualità di campanile che ora governano il territorio), ma anche una dinamica esterna rispetto alle altre grandi città di provincia venete che hanno un peso politico, economico e culturale molto più importante di quanto ne abbia oggi Treviso. Viabilità e scuola gli altri punti salienti del programma elettorale.

IMG_20230318_114143 (1)-2

Ma oltre al progetto "Grande Treviso" il Pci ha posto l'attenzione sul tema della sanità e della nuova Cittadella della salute. «La questione che ci troveremo di fronte - spiegano - è la carenza di medici ed infermieri, sia per la nuova struttura, ma anche nel territorio. Il sistema sanitario va ristrutturato a livello nazionale, a Treviso, per affrontare l’emergenza conclamata, proponiamo protocolli d’intesa con i paesi che, come Cuba, sono solidali e disponibili a una cooperazione internazionale inviando medici e infermieri per sopperire, nell’immediato, alla grande carenza di queste fondamentali figure professionali, come avviene in Calabria». Altra questione importante affrontata nel programma elettorale del Pci a Treviso riguarda il problema della viabilità e dell’inquinamento ad essa collegato. «Per quanto riguarda la città vanno ripresi quei progetti che evitino l’afflusso diretto al centro, nello specifico la questione della circonvallazione di Paese è di fondamentale importanza - continuano dal Pci -. Per quanto concerne il trasporto pubblico, invece, vista la grave carenza di personale, proponiamo l’assunzione di nuovi autisti e la riduzione dell’orario di lavoro a parità di stipendio. Intendiamo soprattuto andare in direzione ostinata e contraria proponendo esempi virtuosi sperimentati in alcune regioni del nord Europa: proponiamo il biglietto gratuito come misura intelligente anche a Treviso. Ultimo ma non meno importante è il tema dell’educazione dove proponiamo libri gratuiti per la scuola dell’obbligo (un costo che ora pesa sin troppo sulle famiglie) ed una migliore qualità del cibo delle mense scolastiche poiché siamo convinti che la crescita personale passi anche attraverso l’educazione alimentare, sostenuta attraverso la cultura di una alimentazione sana ed adeguata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2023, Ugo Moro si candida a sindaco per il Partito Comunista

TrevisoToday è in caricamento