rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

Vaccini, Cgil: «Priorità anche ai lavoratori della grande distribuzione»

Alberto Irone, segretario generale della Filcams Cgil di Treviso, invia un appello al presidente del Veneto, Luca Zaia, per tutelare la salute dei lavoratori del comparto

La Filcams Cgil di Treviso ricorda il ruolo svolto dagli addetti della grande distribuzione durante la pandemia: «Non hanno cessato neppure per un solo giorno di svolgere il servizio». Da qui il richiamo al presidente della Regione, Luca Zaia: predisporre un piano di vaccinazione per i lavoratori della grande distribuzione.

È la richiesta avanzata dalla segreteria trevigiana della Filcams Cgil, rappresentata da Alberto Irone, al governo regionale del Veneto. Il sindacato del commercio ricorda il ruolo svolto da lavoratrici e lavoratori del comparto, con particolare attenzione alle attività destinate alla vendita dei generi alimentari, che solo in Veneto annovera migliaia di addetti, tra i 3 e 4mila nella provincia di Treviso. “Un settore produttivo che durante la pandemia è stato considerato alla stregua dei servizi essenziali, che non ha cessato neppure per un solo giorno di continuare a svolgere il servizio di approvvigionamento» sottolinea Alberto Irone. Filcams Cgil chiede quindi «maggiore attenzione e un plauso a questi lavoratori che, seppur esposti giornalmente in maniera esponenziale dalla possibilità di essere contagiati e contagiare a loro volta i propri familiari, hanno continuato a svolgere quotidianamente con sacrificio e abnegazione il proprio lavoro nell’interesse di tutta la collettività, anche in quei periodi in cui è stato estremamente difficile il reperimento dei dispositivi di sicurezza».

Video popolari

Vaccini, Cgil: «Priorità anche ai lavoratori della grande distribuzione»

TrevisoToday è in caricamento