rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Puppato: “Luoghi candidati a patrimonio UNESCO senza collegamenti ferroviari”

La senatrice del PD: "Non vi è alcun treno diretto che collega Venezia a Cornuda, stazione di riferimento per il cuore dell'area Prosecco"

TREVISO “Leggere Luca Zaia vantarsi del treno delle Dolomiti fa riflettere e...sorridere, è noto che i pendolari siano più che consapevoli che ogni giorno spostarsi in treno in Veneto è un’avventura e gli ultimi provvedimenti regionali non sono affatto sufficienti a garantire un aumento della mobilità su strada ferrata rispetto a quello su gomma, anzi”. Lo afferma Laura Puppato, senatrice PD.

“È sufficiente una rapida ricerca per scoprire che non vi è alcun treno diretto che collega Venezia a Cornuda, stazione di riferimento per il cuore dell'area Prosecco, il comune più correlato al termine prosecco ovvero Valdobbiadene infatti ne è privo, è necessario cambiare da 1 a 2 volte a Montebelluna - oggi inusuale capolinea per decisione della giunta regionale - oppure a Castelfranco Veneto o ancora a Treviso... Se poi parliamo del collegamento con le Dolomiti, allora siamo alla beffa: la Regione 2 anni fa ha spezzato la linea tra Padova e Calalzo - spiega la senatrice - e proprio Calalzo ormai è isolata, sia partendo da Venezia che da Padova. Incredibile e appunto beffarda la situazione per il turismo in bicicletta che rappresenta ben il 7.3% del turismo ordinario, con potenzialità enormi stando alle indicazioni europee e mondiali, ebbene siamo all'indietro tutta perché il bellissimo percorso ciclopedonale da Belluno a Calalzo da 2 anni non potrà vedervi turisti via treno, infatti è stata inopinatamente tolta la possibilità di raggiungere Calalzo con la bici al seguito. Ovvero la mano destra non sa cosa fa la sinistra, si parla di turismo e opportunità Unesco quali Dolomiti e ora i colli del prosecco, ma si dimentica l'importanza della qualità e dei collegamenti. Per dirla con Lina Merlin 'Co le CIACOLE no se fa le FRITOLE' dovrebbe impararlo Zaia e la sua giunta, perché finora CIACOLE tante e  FRITOLE ben poche per non dire niente".

“Serve un piano che colleghi i territori candidati a patrimonio UNESCO alle altre zone a forte attrazione turistica del Veneto, nonché a Venezia e Padova, che sono le porte della Regione per gli aerei e i treni AV provenienti dal resto d’Italia e d’Europa. Senza un piano serio e non fatto di slogan, di potenziamento dei collegamenti ferroviari le possibilità di sviluppo sono minate alla base” ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puppato: “Luoghi candidati a patrimonio UNESCO senza collegamenti ferroviari”

TrevisoToday è in caricamento