rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica Paese

Centro sinistra sceglie candidato sindaco a Paese: Valerio Mardegan

Già sindaco dal 2004 al 2009, punta su una profonda conoscenza del territorio ma cerca un approccio innovativo con una squadra inedita

PAESE - Già sindaco dal 2004 al 2009, punta su una profonda conoscenza del territorio ma cerca un approccio innovativo ed una squadra, quella di Paese Domani – coalizione che  comprende il Partito Democratico e le civiche Con Voi al Centro e Paese Vivo - al 90% “inedita”. E’ nel suo stile dialogare apertamente e confrontarsi con la popolazione: per questo organizza quattro incontri pubblici su altrettanti temi fondamentali per il territorio. Si inizia sabato 29 marzo con l’appuntamento dedicato all’ambiente, al quale interverrà il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi.

La coalizione di centrosinistra, per prima nello scenario comunale, scioglie le riserve sul proprio candidato sindaco per Paese: sarà Valerio Mardegan, 64 anni, dipendente delle Ferrovie in pensione e grande attivista nel volontariato (è stato, tra l’altro, presidente della sezione Avis di Paese dal 1996 al 2002 e di quella provinciale dal 1999 al 2003), nello sport, in ambito parrocchiale e in iniziative culturali come la Libera università degli adulti di Paese. Mardegan può contare su un'esperienza politica, essendo stato sindaco di Paese dal 2004 al 2009 e consigliere di opposizione nell’amministrazione uscente. 

Valerio Mardegan, sostenuto dal Partito Democratico e dalle due liste civiche Con Voi al Centro e Paese Vivo, riuniti nella coalizione Paese Domani, schiera una squadra del tutto inedita: il 90 per cento dei candidati non ha incarichi politici precedenti alle spalle, molti di loro sono under 40 e il 50 per cento è rappresentato da donne.

Questo l’impegno del candidato sindaco: “Voglio poter fare di Paese un luogo da scegliere e non da abbandonare, per gli adulti e per i più giovani, capace di offrire opportunità e sostegno”. Chiaro è il riferimento alla sua esperienza personale (i suoi due figli hanno trovato realizzazione professionale al di fuori dell’Italia), che lo accomuna a tanti genitori che vedono i propri ragazzi costretti a cercare lavoro all’estero. Per Mardegan, tuttavia, la scelta dei figli ha aperto nuove prospettive: modelli come quello giapponese e quello finlandese possono offrire spunti validi  e replicabili anche per il nostro territorio.

Prevede di incontrare la cittadinanza in quattro appuntamenti pubblici che serviranno ad affrontare altrettanti temi “caldi” per il territorio e cari a Mardegan: si inizia subito, sabato 29 marzo alle 21 nell’aula magna della scuola media Casteller di Paese, con l’ambiente.

"Paese detiene oggi due record negativi: 29 cave, che ne fanno il comune più scavato d’Italia, e la discarica di amianto (la “Terra”) più grande d’Europa, il candidato sindaco del centrosinistra vuole a riguardo un confronto con la popolazione nell’ottica di una riqualificazione possibile e condivisa". Per questo ha voluto per l’appuntamento inaugurale un ospite d’eccezione, preparato e acuto in materia ma anche capace di coinvolgere in modo semplice e diretto la gente, il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi* (lo si ricorda in “Gaia” su Rai 3 e “Atlantide” su La7).

Senza volersi svelare prima del tempo, Mardegan ha tuttavia lanciato alcune idee chiave del suo progetto, concrete e realizzabili. Denominatore comune delle prime proposte è quello di dare (o ridare) spazi e spazio ai cittadini: per il lavoro, per il tempo libero, per coltivare le relazioni e il concetto di comunità. Per il territorio ha lanciato la proposta di realizzare dei parchi per attività ricreative e culturali all'interno delle cave dismesse (previ accordi di programma con i proprietari delle stesse), sul fronte lavoro invece pensa alla predisposizione di un ambiente per il coworking, per favorire le donne (per le quali i piani del lavoro e della famiglia molto spesso si compenetrano) ma anche chi vuole reinventarsi ma non ha le risorse per sostenere un ufficio proprio o, ancora, per favorire l’incontro tra professionisti e la circolazione di idee. Sul fronte sociale, Mardegan punta molto sulla necessità di offrire spazi aggregativi, per i giovani ma anche per le iniziative culturali, prevedendo ad esempio il ricorso a capannoni sportivi idonei a realizzare grandi eventi. E per la sicurezza, tema declinabile in molti modi, non ha dubbi: percorsi protetti per i pedoni, per la sicurezza di tutti (bambini in primis) sulle stradeL’idea di Mardegan è dunque chiara: che il comune possa diventare un “Paese a misura d’uomo”, da vivere e far (ri)vivere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro sinistra sceglie candidato sindaco a Paese: Valerio Mardegan

TrevisoToday è in caricamento