menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Velodromo? Il Popolo della Famiglia plaude, Damiano: “Lo sport mondiale nel Veneto è di casa”

Il leader dei Pescatori di Pace e del Pdf elogia il progetto del futuro Velodromo in programma a Spresiano, nel Trevigiano, sottolineando l’importanza di una struttura unica nel suo genere in Italia che darà lustro anche al Veneto: "In politica vince chi mantiene le promesse"

Il Popolo della Famiglia elogia il progetto del futuro Velodromo in programma a Spresiano, nel Trevigiano, sottolineando l’importanza di una struttura unica nel suo genere in Italia che darà il lustro anche al Veneto: “Il progetto del Velodromo è un esempio per i giovani, è un esempio per tutte le amministrazioni comunali e regionali italiane e per chi intende far politica veramente per il cittadino” con queste parole Lorenzo Damiano, presidente dei Pescatori di Pace e leader del Popolo della Famiglia, plaude all’iniziativa che sabato ha visto il gotha dell’imprenditoria e della politica italiana riunita nel comune trevigiano.

"In politica vince chi mantiene le promesse"

“Con questa struttura – continua Damiano - ideata e creata grazie alla passione e all’impegno di aziende e imprenditori del calibro di Mosole e Pessina, oltre che di personalità quali Giovanni Malagò, Luca Zaia e Giancarlo Giorgetti, che fin dalla nascita dell’idea si sono impegnati affinché dalla carta si passasse alla realtà, si realizza per il Veneto un sogno fatto di lavoro e di futuro che, pensando anche alle olimpiadi 2026, con la candidatura di Cortina, potrà diventare futura capitale mondiale dello sport. Un grazie di cuore a chi si sta impegnando per far crescere il progetto e lo sport nostrano: in politica vince chi guadagna la fiducia del popolo mantenendo le promesse, non come è avvenuto in passato con la sinistra per fortuna oramai completamente distrutta grazie al lavoro di tutti i partiti che si sono impegnati per scacciare il nemico PD".

"Un grazie a tutti"

Lorenzo Damiano ringrazia personalmente tutti: "Da Mosole a Malagò, da Giorgetti a Pessina, da Andrea Abodi al governatore Luca Zaia che si è mosso per concludere positivamente questo progetto, valorizzando attraverso lo sport, un tessuto sociale, quello veneto, che ha lo sport, e il ciclismo in particolare, nel suo dna. Il mio sogno è sempre stato quello di vedere il nostro Veneto e l’Italia nuovamente culla della cultura. Non dimenticatevi del mio sogno nel cassetto: l’università della musica. Sport e musica insieme possono aiutare i giovani a creare quel modello di vita che è positivo e che ha la sua ultima finalità nella famiglia”.

"Il velodromo è l'ennesima eccellenza veneta nel mondo"

Gloria Callarelli ex candidata PDF alle politiche del Veneto chiude: “Questa struttura diventa il biglietto da visita del Veneto in Europa e nel mondo, un brand che attraverso lo sport e il ciclismo diventerà esempio ed eccellenza per tutti. Non dimentichiamoci che lo sport è veicolo di valori, che oltre che ad essere vita è fonte di aggregazione. Lo sport è passione e unisce: il Velodromo è l’ennesima eccellenza veneta che tutto il mondo ci invidierà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento