Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

Mondial Tranciati di Villorba: «Un altro mostro ambientale»

La lettera aperta di Europa Verde (Daniele Tiozzi), Pd (Pasquale Scarcia) e socialisti (Andrea Breda Minello)

La zona dismessa

La vicenda del progetto Mondial Tranciati continua ad essere un punto dolente della gestione del territorio della nostra città. Sin dall’inizio dei lavori, errori di progettazione e di valutazione della viabilità nonché della posizione delle falde acquifere hanno costretto a numerose modifiche. Inoltre, ricorsi legittimi hanno impedito al privato di realizzare le opere di urbanizzazione come da accordo pubblico-privato (vedasi il prolungamento di via Selghere e la famosa rotonda mai costruita). Dopo anni di incertezza e di tentativi di vendita del “mostro ambientale” a privati si è arrivati ad un accordo con la compagnia che aveva stipulato la fidejussione a garanzia degli impegni del privato. La compagnia assicurativa, infatti, non intendeva pagare proprio per le innumerevoli criticità create da parte del pubbliconell’avanzamento lavori. Si è arrivati ad un altro accordo capestro dove la nostra città si vede costretta a subire il rischio di mancata vendita del “mostro ecologico”  e la perdita dei fondi derivanti dalla fidejussione, circa 1,4 milioni di euro oltre all’eventuale perdita di Villa Giovannina .Per non dimenticare la situazion di degrado della zona industriale trasformata in zona commerciale per poi essere svuotata proprio dalle attività commerciali “retail”.

E infine un altro “mostro ambientale ”l’edificio ex Maber, acquistato da un privato ma che non ha mai visto alcun progetto di rigenerazione, il progetto dell’area dell’ex-Cantina Sociale. La verità resta una sola. Siamo amministrati da persone che non profondono alla loro opera amministrativa pianificazione e senso di rispetto del territorio. Una gestione incentrata al cemento e consumo di suolo. Villorba resta appetibile come cantiere aperto per chiunque voglia costruire cemento e il Sindaco è in possesso della delega dei lavori pubblici. La rigenerazione urbana intesa come riorganizzazione del territorio e di riqualificazione delle aree degradate, richiede una visione di insieme. Rigenerazione urbana a nostro avviso non è solo aggiungere cemento nuovo al cemento in decadimento ma ripensare i siti già cementificati e riqualificarli aumentando le aree verdi e gli spazi ad uso della comunità.Serve un cambio di rotta e serve un cambio di modello amministrativo. La rigenerazione urbana, la sostenibilità e la gestione del territorio innovativa che sirivolga alla cura e alla tutela dell’ambiente. Non a caso, nel piano degli interventi del nostro Comune sono previsti solo interventi di cementificazione, costruzione di rotonde.Non c’è nessun atto volto al cambio di modello di gestione del territorio, non vi è alcuna proposta di rigenerazione urbana anche a seguito del DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 21 gennaio 2021che stanzia per i Comune con più di 15.000 abitanti fino a 5 mln di euro per progetti di rigenerazione urbana già inseritinel piano degli interventi. Su questo, come su altro si sente completo silenzio. Un’amministrazione rivolta al futuro della comunità che amministra dovrebbe essere sempre vigile e attiva su queste tematiche. Si nota invece un semplice metodo di propaganda pre-elettorale con pose di prima pietra che hanno lo scopo unico di fare pubblicità.Le promesse dichiarate da Zaia,rispetto al ricoveryplan,assumono la veste di un impegno.Ha affermato che 8 miliardi verranno investiti per una mobilità più sostenibile e con un rinnovo di parco mezzi su gomma e rotaia, il che significa riduzione di emissioni di anidride carbonica.La provincia di Treviso(intesa come ente politico)dimostra,anche con il recente disinteresse nei confronti del polo logistico Amazon,di sottrarsi rispetto ad una politica di tutela dell’ambiente e della viabilità.Serve un cambio di modello e di amministratori che abbiano unapproccio amministrativo rivolto al benessere dei cittadini e non alla propaganda fine a se stessa.L’ambiente in questo nuovo modello riveste un ruolo fondamentale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondial Tranciati di Villorba: «Un altro mostro ambientale»

TrevisoToday è in caricamento