menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restyling di Catena, il PD: «Sia un progetto al servizio dei cittadini»

La lettera del segretario del circolo del PD di Villorba, Pasquale Scarcia

Il giorno 6 febbraio si è tenuto a Catena l’incontro pubblico tra amministrazione e cittadinanza per proporre le varie opzioni relative alla risistemazione di Piazza Pinarello e dell’incrocio della S.S. Postumia e via Marconi. Ribadendo la necessità di un intervento necessario sia per la viabilità che per la sicurezza dell’incrocio, è parso evidente che la cittadinanza presente abbia premiato il progetto, che vede coinvolta anche la Parrocchia con l’utilizzo dell’area antistante la chiesa, per creare un luogo attrattivo per la vita sociale di Catena.

Il mio parere è favorevole riguardo alla necessità di un intervento su Catena, nella consapevolezza che la frazione di Villorba meriti una soluzione della questione viabilità e collegamento tra la parte sud – prettamente residenziale – e la parte nord dove vi sono i servizi – scuola, chiesa e impianti sportivi. Restano alcuni dubbi sulla solidità del progetto presentato dall’Arch. Carletto. Innanzitutto si prevede una rotonda subito dopo l’uscita dal sottopasso, cosa che non convince dal punto di vista della sicurezza e della visibilità. In secondo luogo, non ho ben chiara la gestione dei parcheggi; fintanto che non sarà disponibile un masterplan dove sia indicato il numero esatto di posti auto in sostituzione a quelli che si andranno persi dalla riqualificazione dell’area antistante la chiesa non è possibile esprimere un giudizio in merito. In terzo luogo, non mi ha convinto la proposta di un anfiteatro ad utilizzo pubblico, sia per collocazione fisica – sempre a ridosso di un’arteria stradale statale, sia per la necessità di una frazione come Catena.

Mi auguro che i dubbi rimasti dopo la presentazione, seppur sommaria, dell’idea di progetto, vengano fugati e che il progetto mantenga la ratio di opera al servizio della comunità e non opera di abbellimento estetico e inutilizzata, visto che non si è parlato di accesso pedonale alla chiesa, per gli anziani e per le persone con problemi di deambulazione. Spero infine che si sviluppi il progetto tenendo fermo l’obiettivo di sostenibilità economica dal momento che non vi è stato alcun cenno alla questione di budget, essendo tutto ancora in fase di idea di progetto. Sono invece positivamente colpito dalla scelta di sostenibilità ambientale con l’utilizzo di aree verdi e di alberi e di limitare il cemento al minimo possibile e dell’approccio utilizzato dall’Ufficio Tecnico di adottate le concezioni di traffic calming. L’auspicio pertanto è di poter apportare il contributo mio e del Partito Democratico di Villorba al concepimento di un’opera mantenendo uno stretto trait d’union con le esigenze dei cittadini residenti con un dialogo politico costruttivo e rispettoso delle parti.

Il segretario del circolo del PD di Villorba, Pasquale Scarcia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento