Wi-Fi gratis a Treviso, Forza Italia: "Serve un collegamento anche fuori dal centro"

Roberto Fava, candidato consigliere nella lista di Forza Italia, ha presentato la sua proposta per inglobare anche i quartieri periferici del capoluogo nel sistema di rete Wi-Fi libera

TREVISO Una rete wi-fi pubblica e gratuita che colleghi residenti e turisti anche fuori dal centro storico, con attenzione ai servizi e ai luoghi di svago, ma senza dimenticare il mondo del lavoro e le scuole: è la proposta del candidato consigliere nella lista di  Forza Italia, Roberto Fava. "Bisogna pensare anche alle realtà fuori dal centro storico: Treviso deve ragionare oltre le sue mura. - spiega Fava – Ad oggi, la “smart city” offre 11 punti di accesso, di cui 9 in centro storico e 2 fuori, al Parco di Villa Margherita e in zona Appiani. Bisogna pensare anche alla periferia, ai punti di interesse che non insistono nel cuore della città".

"Penso – spiega Fava – all'area intorno allo stadio di Monigo, dove arrivano appassionati del rugby da tutta Europa e anche oltre; penso alla zona dell'ospedale, dove una connessione sarebbe utile ai nostri concittadini per verificare orari o scaricare referti, oltre che ai turisti che dovessero aver bisogno delle nostre strutture sanitarie. Penso anche alle piste ciclabili, da dove i turisti potrebbero consultare le mappe o avere notizie sui luoghi che stanno visitando. Non va poi sottovalutata l'importanza della connessione ad Internet per il mondo delle imprese e dei professionisti, oggi sempre più connessi e operativi in ogni luogo e in ogni momento, e nelle scuole di oggi: in un mondo in cui la didattica fin dalla scuola primaria sfrutta le potenzialità delle Lavagne Interattive Multimediali, avere una connessione pratica e veloce è fondamentale", aggiunge Fava. "Per fare tutto questo, però, bisogna oltrepassare i limiti di questa amministrazione, chiusa dentro i palazzi. Servono risorse, certo, ma bisogna anche cercarle: - conclude Fava - per esempio, sanno che c'è un bando europeo che finanzia con quindicimila euro l'installazione di nuovi punti di accesso per ottomila comuni europei? Hanno provato a partecipare? Per far crescere Treviso, bisogna guardare oltre i proprio confini, e per farlo dobbiamo assolutamente voltare pagina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tamponamento tra quattro mezzi in A27, autostrada in tilt

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento