Da casa a Marghera in auto blu, Zaia replica: «Ho sempre usato la mia auto»

Polemica tra il presidente del Veneto e il consigliere regionale Piero Ruzzante che lo aveva accusato di raggiungere Marghera a spese dei contribuenti. La replica: «Mi fa tenerezza»

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia

«Con carte, prelievi bancari e pedaggi alla mano, e con le testimonianze di dipendenti e giornalisti, mi sarebbe estremamente facile dimostrare al consigliere Ruzzante che negli oltre 130 giorni trascorsi a fronteggiare l’emergenza coronavirus ho raggiunto la sede della Protezione Civile di Marghera esclusivamente con la mia auto. Ma non è questo che mi preme ora sottolineare».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con queste parole il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha replicato alle affermazioni rilasciate dal consigliere regionale Piero Ruzzante a un quotidiano veneto secondo il quale durante il periodo del lockdown. «Zaia si è fatto andare a prendere a casa dall’autista con l’auto blu a spese dei contribuenti». La smentita del Governatore non si è fatta attendere: «Quel che mi colpisce di più - continua Zaia - è la cultura dell’odio che pervade sempre gli atteggiamenti del consigliere Ruzzante. Che un politico di lungo corso come lui (segretario provinciale di un partito, consigliere comunale e assessore, deputato per tanti anni, consigliere regionale), preso dalla disperazione si riduca a fare, peraltro sbagliando, i conti chilometrici dell’avversario, non mi fa neppure arrabbiare. Mi induce soltanto un gran senso di tenerezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

  • Coronavirus, Zaia: «Gli immigrati della Serena devono tornare a casa loro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento